Cronaca

Professore morto per la febbre alta: aperto un fascicolo in Procura

Il professor Michele Mariani è morto venerdì nel suo appartamento. Aveva la febbre alta da giorni. Ora la Procura apre un fascicolo per indagare sulle responsabilità a livello sanitario del suo decesso

Foto di repertorio

La Procura ha aperto un fascicolo sulla morte del professor Michele Mariani, l'architetto e professore d'arte di 56 anni della scuola media Marconi, morto venerdì nel suo appartamento in via Fratelli Zuccari. Si cercano risposte per capire se ci siano responsabilità a livello sanitario sul suo decesso. A dare l’allarme poco dopo le 9 di mattina una sua amica che, non sentendolo dal giorno prima, si era preoccupata e aveva chiamato la polizia. L'uomo viveva da solo ed è morto nel suo letto. 

Prof trovato morto in casa, viveva solo: è choc a Pietralacroce 

L'uomo aveva la febbre alta da una settimana e, in una classe in cui insegnava, c’erano stati casi di positività al Coronavirus. Gli amici di Michele raccontano che era preoccupato per la sua salute e mercoledì era andato a fare un tampone molecolare. Il suo nome, però, non era nella lista dei prenotati quindi era stato rispedito a casa senza fare l’esame. Il medico di famiglia gli aveva prescritto antibiotici e tachipirina per la febbre alta che era arrivata a 38,5. Stando sempre al racconto dei conoscenti, il medico di base gli avrebbe prenotato il test per l'8 marzo. Troppo tardi per lui. Un tampone post mortem fatto all’obitorio dell’ospedale di Torrette avrebbe poi confermato la positività al Covid-19.  Il fascicolo è stato aperto dal pm Marco Pucilli che non ha ancora disposto alcuna autopsia sulla salma e non risultano esposti presentati dai familiari della vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professore morto per la febbre alta: aperto un fascicolo in Procura

AnconaToday è in caricamento