rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Porto

Traffico pesante, uscita dal porto: Fita Cna soddisfatta delle prime soluzioni

Bianchelli: “Soddisfatti del clima di collaborazione raggiunto tra noi e il Comune. I primi miglioramenti tangibili a costo praticamente zero stanno già ricadendo positivamente sull’intera collettività. Ora manca il rifacimento della Flaminia”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Tre incontri nell’arco di pochi mesi e prime soluzioni individuate e messe in pratica. Le problematiche relative all’uscita veicolare dal porto di Ancona si stanno gradatamente appianando grazie all’iniziativa di Fita Cna nei confronti del Comune di Ancona finalizzata ad evidenziare i problemi di congestionamento veicolare e di sicurezza stradale relativi all’accesso e, soprattutto, all’uscita dal Porto di Ancona (uscita a nord verso Torrette), e ad avanzare alcune proposte concrete di immediata realizzazione ed a costi contenuti (o a costo zero). Fita Cna ha avviato già dal dicembre scorso, un tavolo di discussione sull’argomento con l’assessore al traffico del Comune di Ancona Stefano Foresi. Ecco, in sintesi, i risultati concreti:

-    si è completato il rifacimento della segnaletica orizzontale nel tratto di Via Flaminia dall’uscita del by-pass a Torrette, compresa Via Conca;
-    sono stati eseguiti i lavori di manutenzione del tratto stradale (copertura delle buche) di Via Flamina (altezza ex Bartolini) dove le sconnessioni rendevano il passaggio dei mezzi pesanti alquanto pericoloso;
-    sono stati affidati i lavori per la sincronizzazione dei semafori di Via Esino e Via Conca in modo da garantire una “onda verde”.

Questi interventi sono solo gli ultimi in ordine di tempo, che vanno ad aggiungersi alle altre soluzioni proposte da Fita Cna e già adottate, quali:

-    diminuzione dei tempi di attesa (aumento del verde) dei semafori di via Conca (incroci con Via Esino e con Via Tenna). “Questa misura – spiega Fausto Bianchelli, responsabile provinciale Fita Cna - alleggerisce di parecchio il flusso di traffico, consente un transito più veloce di veicoli pesanti e riduce le emissioni inquinanti, in quanto evita continue soste e ripartenze”;
-    presenza di pattuglia di Polizia Municipale che dirige il traffico negli incroci di cui sopra in concomitanza dello sbarco traghetti con le ore di uscita del traffico merci. “Questa soluzioni – continua Bianchelli - è per noi fondamentale per la scorrevolezza dei flussi in uscita e pertanto invitiamo l’assessore a monitorare la presenza della pattuglia”.

“Cna Fita di Ancona – conclude Fausto Bianchelli - esprime la propria soddisfazione in quanto l’assessore Foresi ha sostanzialmente accolto le nostre proposte, dimostrando volontà di dialogo e di collaborazione. D’altronde la nostra iniziativa era ed è orientata a questo: andare oltre le lamentele e ed avanzare proposte molto concrete e a realizzazione immediata per alleggerire i flussi di traffico ed accorciare significativamente i tempi di percorrenza. Tutto ciò non solamente per tutelare i legittimi interessi degli autotrasportatori, ma nell’ottica di migliorare l’attrattività commerciale del Porto e la sua competitività, oltre che di indurre benefici alla città nel suo insieme, in termini di decongestionamento da traffico, di minore inquinamento atmosferico, e di riduzione del rischio di incidentalità nei tratti stradali interessati.
Apprezzando l’impegno dell’assessore vogliamo però sottolineare che gli interventi di manutenzione straordinaria del manto stradale, pur in un’ottica emergenziale, sono assolutamente insufficienti a garantire la sicurezza di uno dei tratti stradali a scorrimento veloce e con traffico pesante più frequentati in città, unico tratto stradale che sopporta l’entrata e l’uscita dal Porto. Chiediamo quindi, con forza, all’amministrazione cittadina di inserire il rifacimento complessivo della Flaminia nel piano di manutenzione stradale”.

FiTa Cna intende rendere, in accordo con l’assessorato al traffico di Ancona, tali modalità di dialogo e verifica costanti e periodiche al fine di migliorare le condizioni operative del trasporto merci e di ridurre al minimo l’impatto del traffico pesante sulla viabilità cittadina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico pesante, uscita dal porto: Fita Cna soddisfatta delle prime soluzioni

AnconaToday è in caricamento