rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Primarie del centrosinistra, Ida Simonella vince e traccia le prossime mosse: «Chiudere il mandato e poi via alla campagna elettorale»

Un passo alla volta: intanto la candidata Ida Simonella ha centrato il primo traguardo. Adesso occhi puntati sull’ultimo miglio del mandato amministrativo. In ballo ci sono il bilancio preventivo e gli appalti per la rigenerazione urbana

ANCONA - La vittoria è arrivata, ma sul filo di lana. «Ci sta - ribatte Ida Simonella -, ma adesso serriamo le fila sul programma e su ciò che c’è da fare». Ecco, è quel serrare le fila che apre uno scenario su cui sarebbe interessante approfondire. Non è passato inosservato che dietro a queste primarie c’è stato anche un altro livello di confronto diretto che si è consumato a colpi di consensi. Ovvero quello tra chi, nel perimetro del centrosinistra, è vicino alla linea Mancinelli e chi no. E adesso che il competitor Carlo Pesaresi è stato sconfitto, ma con 45 voti di differenza su circa 4mila votanti, bisogna fare i conti con un sostegno che è stato forte e praticamente pari a quello ricevuto dall’assessora al Piano strategico. In totale sono stati 3.882 i votanti nei 17 seggi aperti in tutta la città. La vincitrice, Ida Simonella, ha concluso la sua corsa con 1958 preferenza contro le 1.913 di Carlo Pesaresi. Addirittura nel seggio di Pietralacroce la partita si è conclusa pari: 143 voti per ciascuno. Dunque, quali possibili scenari? Pesaresi aveva detto, in avvio di campagna elettorale, che avrebbe corso solo ed esclusivamente per fare il sindaco. Niente contentini. Tradotto: nessun assessorato, come accaduto invece per Stefano Foresi che nel 2013 sfidò la sindaca Mancinelli alle primarie. Ma se Pesaresi dovesse tenere il punto, allora verrebbe a mancare l’anello di congiunzione con tutto quel patrimonio di voti che rischierebbe di andare disperso. «Lavoreremo per fare sì che si vada tutti compatti alle prossime amministrative» afferma convinta Ida Simonella, che sulle scelte del suo competitor non si esprime: «dovete chiederlo a lui» taglia corto l’assessora. 

I prossimi step

Un passo alla volta, dunque. Le primarie sono finite «e adesso mi riposo un attimo» sospira la vincitrice. Ma dietro l’angolo c’è subito la prima prova da superare: «l’approvazione del bilancio preventivo entro al fine di dicembre - spiega Simonella - per poi procedere con la gara d’appalto per la riqualificazione del Mercato del Piano». Infatti per accedere al mutuo occorre che prima venga approvato il bilancio preventivo. Altra sfida da portare a casa: «chiudere al meglio gli ultimi sei mesi di mandato amministrativo» prosegue la candidata a sindaco ancora impegnata con le deleghe comunali. E poi? «Poi lavorerò su me stessa e sulla mia campagna elettorale» sottolinea. 

Il futuro della città 

Da centrodestra tutto tace. Alcuni rumors danno l’avvocato Daniele Silvetti, presidente dell’Ente Parco del Conero, tra i più accreditati a sfidare il vincitore delle primarie del centrosinistra per la guida della città. E allora, con un balzo in avanti di quasi un anno, ci si interroga su come potrebbe essere la prossima giunta comunale nel caso la fascia da sindaco dovesse indossarla Ida Simonella. «Ci sarà un ampio rinnovamento - dice la candidata - e ragioneremo su quali saranno le figure da inserire». Di più non è dato sapere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie del centrosinistra, Ida Simonella vince e traccia le prossime mosse: «Chiudere il mandato e poi via alla campagna elettorale»

AnconaToday è in caricamento