Presentato ad Ancona "Jazz", il nuovo treno per il trasporto regionale

A consegnare il primo dei 4 Jazz previsti per i pendolari marchigiani è stato l'AD di Trenitalia Vincenzo Soprano. Presenti alla cerimonia anche il Governatore Spacca e l'assessore regionale ai trasporti Luigi Viventi

Il taglio del nastro

Arriva nelle Marche Jazz, il nuovo mezzo che Trenitalia dedica al trasporto regionale. A consegnare ad Ancona il primo dei 4 Jazz previsti per i pendolari marchigiani è stato oggi l’AD di Trenitalia Vincenzo Soprano. Presenti alla cerimonia anche il Governatore Gian Mario Spacca, l’assessore regionale ai trasporti Luigi Viventi e l’assessore alle politiche educative del Comune di Ancona Tiziana Borini.
Quello presentato oggi è il primo dei 70 Jazz che arriveranno nei prossimi mesi nelle Regioni Italiane, e sarà attivo sulla linea ferroviaria Ancona-San Benedetto del Tronto-Ascoli Piceno. Nelle Marche, entro l’anno, saranno consegnati altri 4 treni diesel, attivi anche sulla Ancona-Fabriano e sulla Ancona-Pesaro, come stabilito dal contratto di servizio stipulato con la Regione e in prossima scadenza (2014). In tutto, per la nostra regione, dovranno essere consegnati 12 mezzi (8 diesel e 4 elettrici).

Soprano, nel commentare l’imminente scadenza del contratto, ha proposto pubblicamente alla Regione Marche di proseguire – indipendente dall’esito del bando – con un’intesa di lungo periodo la collaborazione con Trenitalia, per sfruttare le linee di produzione. Infatti, qualunque soggetto fornitore si aggiudicherà il bando (ci sono già un paio di soggetti europei interessati), dovrà approntare un suo parco mezzi, e dato che nessuno, comprensibilmente, spenderà soldi per i treni prima di avere vinto, i tempi potrebbero allungarsi a discapito dell’utenza, e lo sfruttamento di una linea di produzione già attiva potrebbe dunque configurarsi come un vantaggio per tutti.
L’AD di Trenitalia ha anche rimarcato come la Regione Marche sia stata l’unica a non tagliare i trasporti, a fronte di “sforbiciate” medie del 10% (con punte del 20%) nelle altre regioni italiane.

IL TRENO. “Jazz è dotato di quattro motori che può raggiungere i 160 km orari. La sua composizione può variare da 4 a 5 vetture (casse), per una lunghezza massima di 82,2 metri. Offre fino a un massimo di 292 posti a sedere (più 2 dedicati a persone con disabilità) e, se necessario, può viaggiare in composizione doppia, aumentando così la sua capacità di trasporto.
Gli equipaggiamenti di Jazz sono tali da garantire livelli di sicurezza e affidabilità paragonabili a quelli dei treni Alta Velocità. L’impianto di video sorveglianza (ogni carrozza è dotata di telecamere interne ed esterne) e i sistemi di comunicazione con il personale di bordo tutelano la tranquillità dei passeggeri, assicurando un viaggio più sereno.
L’ampia visibilità interna, senza “zone d’ombra”, rassicura i passeggeri che viaggiano da soli e in orari di scarsa frequentazione.
Le persone anziane o con difficoltà motorie, grazie alle pedane retrattili e agli accessi alle carrozze “a raso”, non devono affrontare scale in salita o discesa, né superare dislivelli fra il piano del treno e la banchina.
Jazz offre inoltre prese di corrente a 220 V e predisposizione per wi-fi”.

ECOLOGICO. “Jazz risponde ai criteri di politica ambientale di Trenitalia: utilizza materiali riciclabili per il 95%, garantisce ridotte emissioni in atmosfera di CO2 e si distingue per i bassi consumi energetici.
Inoltre l’illuminazione per i passeggeri è a led, con taratura automatica in funzione della luce esterna, e i sistemi di climatizzazione sono regolati anche in funzione del numero di persone presenti nelle carrozze.“

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento