Il professor Maurizio Battino inserito tra le menti scientifiche più brillanti del pianeta

Il docente della facoltà di Medicina e Chirurgia accreditato per il secondo anno consecutivo da Thomson Reuters come uno dei ricercatori più influenti al mondo

Maurizio Battino

Il nome di Maurizio Battino, docente di biochimica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Politecnica delle Marche, compare per il secondo anno consecutivo nella lista delle menti più influenti al mondo. A premiare, anche per il 2016, il lavoro del professore la prestigiosa agenzia di revisione scientifica Thomson Reuters che, attraverso la lista “Highly Cited Researcher”, identifica i migliori cervelli internazionali. Un grande onore per l’accademico, uno dei pochissimi italiani confermati per due anni di seguito nella classifica formata da più di 3.000 scienziati e ricercatori appartenenti a 22 aree della conoscenza, ma anche un privilegio per l’Università Politecnica delle Marche. Il professor Battino è infatti l’unico ricercatore degli atenei marchigiani presente nell’elenco delle “beautiful minds” stilato tenendo conto delle citazioni dei lavori pubblicati negli ultimi undici anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono molto emozionato - afferma il professor Battino – e orgoglioso. Emozionato perché ripetersi per due anni consecutivi è un risultato inimmaginabile, raggiunto solo da pochi grandissimi ricercatori che mai avrei sperato di poter affiancare. Orgoglioso per aver portato e confermato questa Università e la regione intera in una realtà sinora sconosciuta agli atenei marchigiani». ll nome del docente è inserito nella lista come “Highly Cited Researcher” per il contributo nel campo della nutrizione e delle proprietà delle sostanze bioattive di origine vegetale con ricadute, in particolare, nello studio dell’invecchiamento, delle malattie parodontali, della fibromalgia, delle malattie cardiovascolari, dell’obesità e del cancro. A confermare il primato del lavoro di Battino e del suo team gli indicatori della produttività e del numero di citazioni: numerose pubblicazioni rientrano nell’1% delle più citate al mondo, mentre alcune addirittura nello 0,1%, ovvero il top dei top. Del resto, il prof e ricercatore ha all’attivo più di 200 pubblicazioni sulle sue ricerche in bioenergetica, biomembrane, molecole antiossidanti e nutrizione in riviste scientifiche di alto profilo e, in brevissimo tempo, i colleghi di ogni parte del mondo commentano e citano i suoi studi considerati la vera avanguardia della scienza attuale. «Sono particolarmente felice - aggiunge il professor Battino –  per il mio gruppo, i miei eccezionali e preziosi collaboratori che sono i veri artefici di questo successo. Essi rappresentano quanto di meglio si possa sperare in giovani entusiasti e preparati». Dei circa 3mila scienziati e accademici che compaiono nella lista di quest'anno, tenendo conto di tutti i campi del sapere, solo 54 sono italiani. Di questi, tre operano in Arabia Saudita, uno negli Usa, uno in Olanda e uno in Australia. Appena 25 i ricercatori universitari in rappresentanza di 17 università, tra cui appunto il professor Battino anche direttore internazionale dell'Area Salute e Nutrizione del network Funiber e coordinatore di master all’avanguardia di didattica e tecnologia, conosciuti per l’assoluta eccellenza. A livello Europeo, l’elenco mette in evidenza il dominio inglese, tedesco, francese e olandese, mentre l’Italia si piazza dietro a Paesi come Spagna e Svizzera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento