menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabriano: prelievi sospetti dai conti di persone anziane, segnalata impiegata

Diverse persone avevano segnalato ai Carabinieri ammanchi misteriosi nei loro conti, tra i 1200 e i 3mila euro. Tutti avevano fatto operazioni nello stesso istituto di credito e con la stessa persona

La storia inizia nel mese di ottobre del 2013, quando un cittadino ultraottantenne segnala ai Carabinieri di Fabriano un prelievo sul suo conto corrente per l’importo di 1.200,00 euro,  da lui mai  effettuato. L’anziano, sulle prime, non ha formalizzato alcun atto di denuncia, e ha confermato essersi recato in Banca nel giorno del misterioso prelievo, ma di aver effettuato  operazioni di natura diversa.

Nel frattempo, però, i militari ricevono segnalazioni da altre persone anziane, che lamentano inspiegabili ammanchi dai propri conti correnti, avvenuti presso lo stesso istituto di credito e con le stesse modalità, per importi variabili tra i 1.500 e i 3mila euro.
Considerata la delicatezza della vicenda, il comandante Benedetto Iurlaro istituisce una squadra ad hoc, composta dai Marescialli Antonello Paterni e Gennaro Vitiello,  che si dedica completamente alla ricostruzione degli eventi.

L’indagine, non facile per la sua natura, ha portato ad individuare un’impiegata, che aveva effettuato  operazioni “regolari” a ridosso dei prelievi di cassa non autorizzati e oggetto di indagine.
La donna, dapprima sentita come persona informata sui fatti e successivamente come persona sottoposta ad indagini,  ha negato ogni suo coinvolgimento.
Approfondendo le indagini, però, i due i militari hanno scoperto che tutti i documenti inerenti le operazioni effettuate allo sportello e di cui è indagine riportavano la sigla della persona indagata.

I Carabinieri hanno dunque inoltrato un’informativa alla Procura della Repubblica di Ancona con l’ipotesi di reato di furto di denaro contante (in totale gli ammanchi arrivano a 5700 euro), aggravato per essere stato commesso in danno di persone anziane con il mezzo fraudolento e con l’abuso di prestazione d’opera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento