Cronaca

Sepolto in casa, viveva tra feci e rifiuti: soccorso dalla Croce Gialla

Un uomo di mezza età è stato trovato all'interno del suo appartamento in condizioni igienico sanitarie spaventose. L'allarme è stato dato dai vicini

I vicini da qualche giorno sentivano miasmi maleodoranti provenire dall'interno dell'appartamento. Tanto forti da pensare alla presenza di una persona deceduta. La persona in questione, un anconetano di mezza età, era viva ma le sue condizioni non erano affatto buone. Una vicenda di abbandono e solitudine che arriva dalla Baraccola. Questa mattina attorno a mezzogiorno i militi della Croce Gialla di Ancona hanno bussato alla porta e quando è stato loro aperto si sono trovati di fronte una scena difficile da descrivere.

L'uomo non mangiava da giorni. Era denutrito. All'interno dell'abitazione, priva di acqua, luce e gas, c'erano rifiuti di ogni genere. Escrementi. Condizioni igieniche e sanitarie definite davvero "spaventose" dai soccorritori. Un milite è andato in un vicino supermercato a prendere qualcosa da mangiare per rifocillare l'uomo che, successivamente, è stata portato al pronto soccorso dell'ospedale di Torrette per accertamenti. Sul posto anche la polizia municipale di Ancona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sepolto in casa, viveva tra feci e rifiuti: soccorso dalla Croce Gialla

AnconaToday è in caricamento