rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Porto traianeo, lavori fermi. Negozianti e residenti abbandonati: viaggio nel cantiere fantasma

«Da giugno non si vede un operaio». Negozianti e residenti vivono circondati dall’abbandono. Recinzioni divelte, cartelli stradali abbattuti

ANCONA - Stando ai tempi del progetto e del finanziamento il restyling del porto traianeo doveva essere già concluso. Invece sul lungomare Vanvitelli, dopo piazza Dante, regna l’abbandono. La passerella che permette di arrivare al porto passando vicino al sito archeologico, è ancora chiusa e non completata. Il sito archeologico è pieno di erbacce e nessun operaio ci sta lavorando da prima dell’estate. «È almeno da giugno che non vediamo più nessuno - dicono dal negozio di sartoria “Balkando ballando factory” le titolari Loredana Giacomini e Sabrina Esposto - qui è tutto fermo». E anche pericoloso perché le recinzioni, in ferro, con il maltempo sono anche cadute, sfiorando propio una delle negozianti. 

L’intervento dell’area archeologica, per la messa in sicurezza, è stato finanziato dalla Sovrintendenza per una spesa di 90mila euro. Una parte, smontaggio pannelli di copertura, vecchi tubi e pulizia del verde doveva terminare a gennaio del 2021 ma sono stati tolti sono i pannelli a copertura del sito storico. Subito dopo dovevano partire quelli per la nuova copertura e la passerella, inseriti nel progetto «Iti Waterfront 3.0». Lavori che dovevano durare tre anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto traianeo, lavori fermi. Negozianti e residenti abbandonati: viaggio nel cantiere fantasma

AnconaToday è in caricamento