Cronaca

Porto: falso "made in italy", maxi sequestro della Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Ancona ha sequestrato presso lo scalo portuale 1077 capi d'abbigliamento che riportavano in maniera indebita la dicitura "Made in Italy". Segnalata l'amministratrice della società

La G.D.F. di Ancona, in collaborazione con la locale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha sequestrato presso il locale scalo portuale ben 1077 capi d'abbigliamento che riportavano in maniera indebita la dicitura "made in italy" ed i colori della bandiera italiana.

Il carico, composto da giacche e cappotti da uomo realizzati interamente all'estero, era destinato ad un'azienda operante nel territorio marchigiano, ed avrebbe consentito introiti pari a circa 230.000 euro. 

E' stata inoltre segnalata alla locale A.G. l'amministratrice della società acquirente che dovrà rispondere dell'accusa di introduzione nel territorio dello Stato di prodotti con segni mendaci.

L'operazione, eseguita a pochi giorni di distanza da un'altra analoga che aveva portato al sequestro di 31.000 oggetti, rappresenta un importante risultato per la tutela del consumatore e dei produttori che fanno del "made in italy" un segno distintivo di qualità e prestigio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: falso "made in italy", maxi sequestro della Guardia di Finanza

AnconaToday è in caricamento