Prodotti "made in Italy", ma il marchio era un fake: carico di spugne sequestrato in porto

I funzionari della Dogana e la Guardia di Finanza hanno denunciato la società destinataria dei prodotti

Foto d'archivio

Un carico di prodotti per la casa con il marchio “Made in Italy” contraffatto è stato scoperto martedì in porto dai funzionari dell’Ufficio delle Dogane e Monopoli (ADM) di Ancona in collaborazione con la Guardia di Finanza.

Nel corso di un controllo effettuato sui veicoli sbarcati da un traghetto proveniente dalla Croazia è emerso che in un autotreno era presente un carico composto da 320 cartoni di spugne multiuso e 240 cartoni contenenti spugne in acciaio, spedite da una società croata e destinate a un’altra italiana. L’esame sui prodotti trasportati ha permesso ai funzionari doganali di accertare che la dicitura "Made in Italy” era stata contraffatta, in quanto la merce era risultata prodotta in Croazia. I funzionari doganali hanno provveduto al sequestro della merce stessa e hanno denunciato il legale rappresentante della società destinataria. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sciopero Aerdorica, i sindacati: «Piano industriale carente, rischio licenziamenti»

  • Cronaca

    Dubbi M5S sull'uscita a Nord: «Perché nessuno ancora ci ha mostrato il progetto?»

  • Cronaca

    Minacce social alla Fondazione Scarponi e al fratello del campione, denunce in arrivo

  • Cronaca

    Allarme rosso per le api, apicoltori costretti a nutrirle per sventare la strage

I più letti della settimana

  • Mangiare pesce ad Ancona, i migliori 10 ristoranti del 2019: la classifica

  • Stroncata da una malattia, muore a 19 anni

  • Dalle Dolomiti al Conero in 4 ore, ecco il nuovo Frecciargento per l'estate

  • Dramma della solitudine: trovato senza vita in cucina, era morto da almeno 10 giorni

  • Mangiare carne ad Ancona, la classifica dei migliori 5 steakhouse del 2019

  • Si schianta all'incrocio sotto gli occhi di un amico, grave un quindicenne

Torna su
AnconaToday è in caricamento