Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Corridoio Civitavecchia - Abruzzo: «Certo che sapevamo, ma Ancona è blindatissima»

Il caso in consiglio comunale, Eliantonio (FDI) interroga la Simonella, poi tuona: «Accordo sottoscritto nel silenzio e nell'omertà»

Accordo Autorità Portuale – Regione Abruzzo: «Certo che il Comune sapeva, partecipiamo alla deliberazione degli atti». Il caso del patto siglato a fine 2019 per allargare il previsto corridoio Barcellona-Balcani non solo via Ancona, ma anche via Ortona e Pescara, è stato affrontato oggi in consiglio comunale. L’assessore al porto, Ida Simonella, ha risposto alle interrogazionI del capogruppo FDI Angelo Eliantonio e del consigliere della Lega, Antonella Andreoli.

«Accordo siglato nell’omertà»

«Questo accordo è stato sottoscritto nel silenzio o nell’omertà di chi all'epoca governava la Regione e di chi governa Ancona- ha tuonato Eliantonio- il Pd regionale, per bocca dell’ex vicepresidente regionale Anna Casini, si è smarcato dicendo che non ne sapeva nulla nonostante avesse un membro designato nel comitato di gestione. Quel membro ce l’ha anche il Comune di Ancona, vorremmo sapere se il sindaco e l’assessore al porto erano a conoscenza di questo accordo». 

«Ancona blindatissima»

Risposta affermativa. «Pensate che Ortona, con una banchina sola operativa e senza aree retrostanti possa essere una minaccia per Ancona?-ha risposto l’assessore- l’Autorità di Sistema Portuale ha competenza su 5 porti, di cui due dell’Abruzzo e questo è il motivo per cui l’abbiamo avuta, altrimenti ora staremmo sotto Ravenna. Ancona è blindatissima- ha proseguito la Simonella- facciamo parte dei 14 porti del “core network” europeo in Italia, rete nella quale manca proprio l’Abruzzo. Noi siamo anche terminali del corridoio Helsinki-La Valletta e dal 2021 anche del corridoio Adriatico-Baltico. Siamo così blindati che abbiamo avuto diversi fondi, ma l’Autorità di Sistema Portuale ha la responsabilità di occuparsi anche degli altri porti di sua competenza, ha innalzato il livello e ha esercitato una leadership assoluta».

«Questo accordo garantisce all’Abruzzo l’ingresso nel corridoio di trasporti che vedeva il primato di Ancona nel medio Adriatico- ha replicato Eliantonio- una decisione non condivisa con nessuno tranne con il Comune di Ancona, una sorta di silenzio-assenso. Ora c’è un nuova governance, lavoriamo affinché Ancona sia l’hub dell’Adriatico». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corridoio Civitavecchia - Abruzzo: «Certo che sapevamo, ma Ancona è blindatissima»

AnconaToday è in caricamento