Chiude la banca, dipendenti avvisati solo 4 giorni prima e trasferiti

Serrande abbassate alla filiale di corso Garibaldi della Banca Popolare di Bari con i lavoratori costretti a prendere servizio a Teramo. La rabbia della Cgil

Sono stati avvisati solo giovedì scorso (5 luglio) che da oggi (9 luglio) la loro sede lavorativa sarebbe stata Teramo e non Ancona. Chiude la filiale di corso Garibaldi della Banca Popolare di Bari con il conseguente trasferimento dei dipendenti. Direttore e vice sono stati destinati a Osimo mentre per i 4 impiegati (1 di Pesaro, gli altri dell'hinterland anconetano, tutti sulla 50ina e con famiglia) sono stati inviati a Teramo a prendere servizio presso il call center dell'istituto di credito. «Come se non bastasse - denuncia la Cgil - il capo area che ha dato la notizia ha accompagnato questa “lieta novella” con un "e dovete sentirvi fortunati perché potevate essere licenziati”». Già lo scorso anno la filiale aveva attraversato un periodo buio. Tanto che era stato firmato un accordo di solidarietà con il quale i lavoratori avevano rinunciato a 28 giornate di stipendio.

«A nulla sembra sia servita questa manovra visto che, a distanza di pochi mesi, si sta procedendo ad ulteriori azioni, sempre rivolte contro i Lavoratori - attacca Antonio Polidori, sindacalista Fisac Cgil - La dirigenza, dimostratasi non certo all’altezza della situazione, continua a rimanere al comando dell’azienda, facendo ricadere e pagare ai lavoratori colpe non loro».  Ovviamente non manca l'apprensione nelle altre filiali della Popolare barese, presenti anche a Jesi, Chiaravalle e Osimo. «La Fisac/Cgil di Ancona e delle Marche - si legge in un comunicato sindacale - è vicina a questi lavoratori e si spenderà in ogni modo possibile, anche con il coinvolgimento delle segreterie provinciale e regionale della Cgil, per salvaguardarne la dignità umana e lavorativa. D’altro canto siamo sicuri che le organizzazioni sindacali interne metteranno in atto ogni possibile azione per far recedere la banca dai suoi insani propositi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento