Coniugi morti per il ponte crollato in A14, a processo 18 persone e 4 società

Il cavalcavia collassò tra Loreto e Ancona Sud: nello schianto persero la vita Emidio Diomede e la moglie Antonella Viviani

Il crollo del ponte del 9 marzo 2017

Ponte crollato sull’A14, 18 persone e 4 società andranno a giudizio per la morte dei coniugi ascolani Emidio Diomede e Antonella Viviani. Al termine dell’udienza preliminare, infatti, su richiesta del pm Irene Bilotta, il gap Francesca De Palma ha disposto il rinvio a giudizio di tutti gli indagati, tra cui progettisti, funzionari e dirigenti delle 4 società finite nell’inchiesta e anch’esse indagate, tra cui Autostrade per l’Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo si aprirà il 21 settembre. A vario titolo, gli imputati dovranno rispondere di omicidio colposo, crollo colposo e violazioni in materia di sicurezza. Nel crollo del ponte dell’A14, tra i caselli di Ancona Sud e Loreto, il 9 marzo 2017, persero la vita i due coniugi ascolani che stavano viaggiando a bordo del loro Suv in direzione Ancona. Morirono sul colpo, a causa dello scontro con un troncone del ponte numero 167 crollato all’improvviso, mentre era in corso un intervento di innalzamento per la realizzazione della terza corsia. I familiari delle vittime hanno già ricevuto un risarcimento, mentre si è costituito parte civile un operaio che precipitò dal ponte, oltre all’associazione Udicon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento