rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Polverock, rassegna di musica live e immagini alla polveriera del Cardeto

La musica cosiddetta “giovane” sarà rappresentata sul versante musicale, e in quello delle parole e delle immagini, nell'arco di sei appuntamenti pomeridiani

Il rock è morto? Viva il rock, verrebbe da dire. Nelle sue innumerevoli declinazioni, il rock è considerato una delle più importanti forme artistiche del novecento, nonché fenomeno di assoluta rilevanza socio-culturale. Tanti sono i momenti che hanno scandito un'evoluzione stilistica e concettuale che lo ha portato ad essere, al tempo stesso, fenomeno di aggregazione giovanile, espressione di movimenti controculturali, voce di nuove tendenze e moda commerciale.   Per questo l'Amministrazione comunale di Ancona ha voluto dedicare una rassegna, la prima edizione di Polverock, a questo fenomeno appassionante inquadrato nel suo contesto storico e nella sua persistente attualità.

La musica cosiddetta “giovane” sarà rappresentata sul versante musicale, e in quello delle parole e delle immagini, nell'arco di sei appuntamenti pomeridiani (ore 18,30) ciascuno dei quali basato su di un set di musica dal vivo per il quale ci siamo affidati a talenti locali. Due delle serate sono dedicate a forme musicali strettamente imparentate al rock, come il jazz o il blues. La rassegna cade a distanza di un altro cinquantenario importante: nel 1969 il rock diventa la colonna sonora del cambiamento; è l'anno di Woodstock, di Give peace a chance di John Lennon e di James Brown.    Polverock è iniziativa dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona in collaborazione con l'associazione Il Mascherone. Tra gli altri soggetti e partner della rassegna vi sono il MAB Marche, il San Severino blues festival, Ancona jazz e il Liceo Rinaldini. Quest'ultimo ha organizzato alcuni focus, condotti dagli stessi studenti su indirizzo dell'insegnante Paola Piattella (di lingua e letteratura inglese): premiazione di concorsi letterari, laboratori di scrittura e set musicali.  

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito e si svolgono nella straordinaria cornice della Polveriera “Castelfidardo” del Parco del Cardeto che sarà al tempo stesso set musicale e teatrale e contenitore di immagini esposte lungo i suoi corridoi. Due le mostre in programma, quella intitolata Jazz Tales (foto di Viviana Falcioni) a cura de Il Mascherone, e quella intitolata Sings on the wall: Trent'anni di manifesti rock appiccicati al muro, a cura dell'Associazione Kathodik. E' prevista infine la sistemazione di un bar in Polveriera a cura di “Café Americain”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polverock, rassegna di musica live e immagini alla polveriera del Cardeto

AnconaToday è in caricamento