Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Falconara Marittima

I numeri dei vigili, l'Ugl: «Tutto bello ma con l'Api serve il vigile ambientale»

Il sindacato interviene dopo il bilancio sulle operazioni 2018 redatto dal comando. E critica: «Tanti ancora i nodi da sciogliere» 

«Abbiamo letto con molto interesse "il bilancio" 2018 della Polizia Locale di Falconara la quale, con dovizia di particolari, ha snocciolato dati e descritto in autoreferenzialità tutto ciò che gli operatori della PL hanno in questo lungo e appassionato anno vissuto». È quanto scrive l'Ugl che però è critica per le incognite sul comando. «C'è il nuovo contratto per la Polizia Locale ancora da recepire ma soprattutto, con la nuova amministrazione, non si e parlato del futuro, di cosa si farà domani. Obiettivi per gli standard qualità non concordato con i portatori di interesse, rotazione del personale da fare alla luce degli orientamento Anac, formazione specifica anche alla luce del nuovo Decreto Sicurezza, sostituzione o manutenzione dei strumenti operativi di difesa come lo spray urticante ma soprattutto l'utilizzo degli operatori per sopralluoghi a seguito di fenomeni odorigeni senza una formazione e dispositivi di protezione specifici». 

«Come si da sicurezza se chi la deve garantire non lavora sicuro? - lamenta l'Ugl - A nostro modesto parere Falconara ed il suo Corpo di Polizia Locale, non può non avere figure specializzate nel settore ambientale avendo sul proprio territorio la più grande realtà petrolifera del centro italia, l'Ugl da diversi mesi ha invitato comandante, politici e dirigenti ad attenzionare questo aspetto ma ad oggi non si è avuto nessun riscontro. L'invito che facciamo per il 2019 è passare dalle parole ai fatti ricordando che la Polizia Locale è il biglietto da Visita dell'Amministrazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I numeri dei vigili, l'Ugl: «Tutto bello ma con l'Api serve il vigile ambientale»

AnconaToday è in caricamento