INRCA, Daniele Berardinelli (FI): "Ceriscioli assente alla tavola per parlare del futuro dell'Istituto"

"Grande assente alla Tavola rotonda promossa dall’INRCA per parlare di Proposte sul futuro dell’Istituto scientifico, il Candidato Presidente della Regione del PD Ceriscioli." Questo il comunicato di Daniele Berardinelli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Grande assente alla Tavola rotonda promossa dall’INRCA per parlare di Proposte sul futuro dell’Istituto scientifico, il Candidato Presidente della Regione del PD Ceriscioli. Difficile sentirlo parlare di programmi e progetti concreti, più facile sentire il solito ritornello sulla ricandidatura dell’attuale Presidente. Sarebbe stata una buona occasione per fargli conoscere la storia dell’INRCA, visto che alcune dichiarazioni fatte indicano che sia all’oscuro della vita al di fuori della sua Pesaro. L’INRCA nasce nel 1844 come Ospizio dei poveri, non con i fondi della Regione né del Governo di allora, ma per iniziativa di Privati cittadini e imprenditori anconetani, la Congregazione dei Mercanti e degli Artisti, con scopi di assistenza e beneficienza. Nel corso degli anni l’ospizio si trasforma in un vero gerontocomio, tanto che nel 1963, ne viene riconosciuto il carattere nazionale mentre nel 1968, la definitiva consacrazione quale “Istituto di Ricerca a carattere scientifico (IRCCS). Pensare di togliere l’INRCA alla città di Ancona come se non fosse un Patrimonio della nostra città, così come fatto per la Fiera o per altre strutture regionali per portarle a Pesaro, sarebbe un affronto gravissimo così come lo sarebbe lo smembramento del Salesi, anch’esso costruito grazie alla generosità delle famiglie anconetane, per vendere l’immobile (così come avvenuto per l’Umberto I) e usare l’incasso per coprire i debiti della Sanità, magari proprio pesarese. Come scrive bene Oriano Giovanelli (storico deputato pesarese del PD) nel suo blog a proposito del messaggio di Ceriscioli, “non c’era una idea unificante di regione, un progetto politico per le Marche, c’era piuttosto un OPA sulla Regione da parte di Pesaro e di alcuni capi del PD locale sparsi qui e la”. I cittadini di Ancona e del resto delle Marche sono avvertiti.
Daniele Berardinelli Forza Italia Ancona
Torna su
AnconaToday è in caricamento