rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Rione degli archi / Via Filippo Marchetti, 1

Furto al centro giovanile, rubati giochi e Play Station: li ricomprano i commercianti

L’autocarrozzeria Catalani & Frontalini ha donato un bonifico per ricomprare la consolle trafugata. I ragazzi del centro, con una colletta, ricompreranno giochi e controller 

Il centro giovanile Archi avrà una Play Station e dei videogiochi nuovi di zecca, grazie alla solidarietà della storica autocarrozzeria Catalani & Frontalini. Venerdì notte i ladri erano entrati nel centro di via Marchetti portando via la consolle, i controller e alcuni videogiochi. La Play Station sarà ricomprata con i 200 euro offerti dall’autocarrozzeria, che dopo anni di attività a Torrette ha spostato la sua sede a Falconara, mentre i 200 ragazzi che frequentano il centro faranno una colletta per coprire il costo di controller e videogames. 

Il gesto di soldarietà

A fare da tramite tra Sabrina Ceselli, la coordinatrice del centro, ed Elio Frontalini, il titolare dell’autocarrozzeria, è stato il consigliere comunale Pd Tommaso Fagioli. L’assegno è stato materialmente consegnato alla coordinatrice ieri mattina da Fabrizio Frontalini, figlio dello storico titolare. «Ho letto la notizia sul giornale e mentre parlavo con Sabrina al telefono mi è venuta in mente l’idea di fare qualcosa di concreto- racconta Fagioli- ho chiamato il mio amico Elio Frontalini, che conosco da tempo anche per il supporto che ci offre per diverse sponsorizzazioni, e gli ho chiesto se era interessato a farsi carico di questa nobile causa con un impegno economico contenuto. Lui ha detto subito di sì e abbiamo ritirato l’assegno. questo è un gesto che fa onore a una storica attività come Catalani & Frontalini- prosegue Fagioli- ed è la dimostrazione che ci sono attività pronte ancora a fare del bene». Anche Sabrina Ceselli ha voluto ringraziare personalmente sia Fagioli che i titolari dell’autocarrozzeria: «Non è mai capitato in tanti anni di attività che arrivasse un contributo esterno a quelli erogati dal comune, sono tra i pochi a rendersi conto che il centro di aggregazione è importante perché toglie i ragazzi dalle strade» ha spiegato la coordinatrice, annunciando che con l’arrivo della Play Station sarà organizzata una festicciola nella sede del centro. 

Il furto 

Venerdì notte i ladri hanno infranto i vetri di una finestra per poi scardinare un paio di porte e arrivare nella sala dove era custodita la Play Station. Dopo aver fatto razzia di consolle, giochi, cavetti e quanto basta per usare il dispositivo altrove, i ladri si sono allontanati senza lasciare traccia. Il furto è stato notato la mattina del giorno successivo: «La mia ipotesi è che siano stati alcuni ragazzi che frequentano il centro, anche perché c’erano altre cose di valore che non sono state toccate- spiega la Ceselli- comunque non mi piace che venga usato l’appellativo di “baby gang”, perché qui ci sono tanti ragazzi e quell’espressione li dipinge come mostri che non sono». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al centro giovanile, rubati giochi e Play Station: li ricomprano i commercianti

AnconaToday è in caricamento