Cronaca

Pistola (giocattolo) in classe: l’autore del gesto tradito da Facebook

Il cerchio si stringe attorno allo sconosciuto che la scorsa settimana ha fatto irruzione con una pistola giocattolo e un casco in testa terrorizzando studenti e docente del Vanvitelli-Stracca-Angelini

L'istituto Vanvitelli Stracca Angelini

Incastrato da a Facebook: secondo quanto riportato dal Messaggero il cerchio si stringe attorno allo sconosciuto che la scorsa settimana ha fatto irruzione con una pistola giocattolo e un casco in testa terrorizzando studenti e docente del Vanvitelli-Stracca-Angelini.
 
Il più popolare dei social network si riconferma prezioso strumento di indagine e fornisce elementi essenziali per l’identificazione del “pistolero” mascherato, che secondo quanto riportato sarebbe uno studente, forse alla ricerca di una macabra vendetta contro i brutti voti. Un aggiornamento di status troppo esplicito potrebbe averlo definitivamente tradito, ma i dettagli si conosceranno solo nei prossimi giorni.

La Preside dell’Istituto, Paola Guidi, aveva già annunciato che non avrebbe liquidato il gesto come una semplice bravata, e per il giovane potrebbe profilarsi l’espulsione dalla scuola (oltre che una denuncia per minacce e interruzione di pubblico servizio).
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola (giocattolo) in classe: l’autore del gesto tradito da Facebook

AnconaToday è in caricamento