Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Stazione / Piazza Rosselli nello e Carlo

Stazione: picchiato controllore Conerobus per aver fatto una multa

E' successo sabato mattina alla stazione di Ancona. Sette ragazzi, dopo essere stati multati e fatti scendere dal bus, avrebbero aspettato per vendicarsi contro il controllore della Conerobus

Pestato per aver fatto il proprio dovere. E’ quello che è successo sabato mattina, intorno alle 7:00, ad un controllore della Conerobus. Il dipendente della municipalizzata era presente nell’autobus e si stava operando per controllare  che tutti i viaggiatori avessero il biglietto o l’abbonamento. E’ in quell’occasione che ha scoperto un gruppetto di ragazzi che non erano muniti di regolare titolo per usufruire del servizio pubblico. Così il controllore ha fatto la multa ai ragazzi e li ha invitati a scendere alla fermata successiva: la stazione di Ancona. E’ sceso anche lui lì, secondo il suo percorso lavorativo. I giovani senza biglietto si sono allontanati senza nessun problema, ma dopo alcuni minuti sarebbero tornati. Erano in 7. Nessun preavviso e in un attimo hanno aggredito il controllore di Conerobus: calci e pugni senza pietà, fino a quando l’uomo non è riuscito a fuggire, riparandosi all’interno della stazione. L’uomo, in condizioni precarie e molto scioccato, è stato così accompagnato in ospedale dove avrebbe trascorso la giornata per tutti i controlli del caso. Molti i colpi subiti, al punto da rendere necessaria una serie di esami radiologici.

Un episodio di violenza che ha provocato la reazione dei sindacati che adesso chiedono dei provvedimenti seri. A farsi portavoce è Steven Lanciani, della Fit-Cisl, che ha detto: “Prenderemo iniziative sindacali estreme perché qualcuno ci deve dire se è importante fare la verifica dei titoli dei viaggiatori. Di queste cose succedono tutti giorni“. Lanciani chiede espressamente una linea di intervento dura, fino a pensare di avere a disposizione una vigilanza privata sui bus. Violenza questa che per i dipendenti dell’azienda del trasporto pubblico anconetano è solo l’ultimo e tra i più gravi e ora dicono basta: “Siamo sempre soli di fronte a queste situazioni” ha ribadito Lanciani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione: picchiato controllore Conerobus per aver fatto una multa

AnconaToday è in caricamento