rotate-mobile
Cronaca

Armato di cacciavite lo aggredisce in discoteca:«Sei tu Luca?»

Condannato per lesioni aggravate un 27enne. In due riprese aveva picchiato un 33enne: prima alla toilette poi nel parcheggio

ANCONA - Picchiato due volte in discoteca senza un plausibile motivo. Le cause di quel pestaggio non sono mai emerse ma ieri per l’aggressore, un 27enne pugliese, residente nel capoluogo dorico, è arrivata una condanna ad un anno e due mesi per lesioni aggravate. Il giudice Carlo Cimini ha condannato il giovane anche a risarcire la vittima di 10mila euro. Se non lo farà non potrà beneficiare della pena sospesa. I fatti risalgono al 9 marzo del 2019, al Mood di via del Castellano. Quella sera, mentre un 33enne si trovava in bagno si è sentito dire: «Sei tu Luca?». Lui ha risposto di sì e gli sono arrivati due pugni in faccia che lo hanno steso. Nella toilette c’è stato il fuggi fuggi generale. La cosa sembrava essere finita lì ma invece è continuata al parcheggio del locale. Il 27enne ha incrociato di nuovo l’altro è con un cacciavite in mano gli ha sferrato due colpi al fianco ferendolo. Il 33enne era dovuto correre in pronto soccorso dovevi medici gli avevano dato una prognosi di 30 giorni. Per i fatti aveva sporto denuncia in questura. Guardando delle foto aveva riconosciuto il suo aggressore che è finito a processo, difeso dall’avvocato Stefano Brugiapaglia. Il 33enne si è costituito parte civile con l’avvocato Valerio Barigelletti. I due non si conoscevano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di cacciavite lo aggredisce in discoteca:«Sei tu Luca?»

AnconaToday è in caricamento