Baby vandali si prendono a sediate: «Piazza Salvo d'Acquisto è quasi un Bronx»

Commercianti e residenti scioccati dai raid delle bande giovanili. Un uomo accerchiato e spintonato dai bulletti: «Li avevo solo ripresi...»

Le sedie lanciate in piazza Salvo d'Acquisto

Si sono presi a sediate, per gioco o forse al culmine di una lite. Le hanno scaraventate ovunque, danneggiandone alcune. Hanno lasciato bottiglie di birra e avanzi di cibo in giro. Urla e schiamazzi hanno tenuto in piedi fino a notte fonda i residenti, ma questa ormai non è una novità: la gente sa che tutte le estati deve fare i conti con le bande giovanili che prendono possesso di piazza Salvo d’Acquisto e la trasformano, se non in un ring, in luogo di degrado. Per due sere consecutive i teppistelli - tutti minorenni, a detta dei testimoni - si sono divertiti a lanciare le sedie che il Comune ha collocato sotto il palco allestito per il Ponterosso Festival.

La testimonianza 

«La serata finale si sarebbe dovuta tenere sabato scorso, ma è stata rinviata per maltempo e in attesa di conoscere la data di recupero, si è deciso di non smontare l’impalcatura e radunare il centinaio di sedie all’interno delle transenne» racconta Roberto Cardinali, titolare della storica Tabaccheria Manhattan. E’ stato lui a denunciare i fatti su Facebook. «Martedì mattina sono arrivato al lavoro e ho trovato un disastro: le sedie erano state lanciate ovunque, perfino sull’erba e vicino alla strada, il 90% erano rovesciate, alcune rotte. Le avevamo rimesse a posto giusto il giorno prima. C'è una grande maleducazione e inciviltà in giro. Poi ci si lamenta di tutto, che a terra è sporco, che ci sono i topi, che le istituzioni non fanno niente... volete davvero far diventare piazza Salvo d'Acquisto come il Bronx? Ci state riuscendo, non manca molto, servono più controlli e il Comune dovrebbe prendere in mano la situazione». 

Accerchiato e spintonato 

Lunedì sera, infatti, era accaduto qualcosa di simile. Non è chiaro se sia stata una rissa o un gioco, fatto sta che gli adolescenti terribili - tutti tra i 15 e i 16 anni - si sono scagliati delle sedie addosso. Un residente, intervenuto a difesa di una ragazza che li aveva rimproverati ed era stata insultata, è stato sfidato e spintonato da un bulletto e poi accerchiato da una decina di suoi amici. «Volevano provocarmi - racconta -, aspettavano solo che alzassi le mani, ma io per fortuna non ho reagito. Qualcuno ha chiamato i carabinieri, ma al loro arrivo quei ragazzini se l’erano già svignata». E non mancano scherzi assurdi: è tornato di moda quello di gettarsi in strada al passaggio delle auto, giocando ad evitare l’investimento in extremis e a costringere l’automobilista di turno a brusche frenate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento