Baby vandali si prendono a sediate: «Piazza Salvo d'Acquisto è quasi un Bronx»

Commercianti e residenti scioccati dai raid delle bande giovanili. Un uomo accerchiato e spintonato dai bulletti: «Li avevo solo ripresi...»

Le sedie lanciate in piazza Salvo d'Acquisto

Si sono presi a sediate, per gioco o forse al culmine di una lite. Le hanno scaraventate ovunque, danneggiandone alcune. Hanno lasciato bottiglie di birra e avanzi di cibo in giro. Urla e schiamazzi hanno tenuto in piedi fino a notte fonda i residenti, ma questa ormai non è una novità: la gente sa che tutte le estati deve fare i conti con le bande giovanili che prendono possesso di piazza Salvo d’Acquisto e la trasformano, se non in un ring, in luogo di degrado. Per due sere consecutive i teppistelli - tutti minorenni, a detta dei testimoni - si sono divertiti a lanciare le sedie che il Comune ha collocato sotto il palco allestito per il Ponterosso Festival.

La testimonianza 

«La serata finale si sarebbe dovuta tenere sabato scorso, ma è stata rinviata per maltempo e in attesa di conoscere la data di recupero, si è deciso di non smontare l’impalcatura e radunare il centinaio di sedie all’interno delle transenne» racconta Roberto Cardinali, titolare della storica Tabaccheria Manhattan. E’ stato lui a denunciare i fatti su Facebook. «Martedì mattina sono arrivato al lavoro e ho trovato un disastro: le sedie erano state lanciate ovunque, perfino sull’erba e vicino alla strada, il 90% erano rovesciate, alcune rotte. Le avevamo rimesse a posto giusto il giorno prima. C'è una grande maleducazione e inciviltà in giro. Poi ci si lamenta di tutto, che a terra è sporco, che ci sono i topi, che le istituzioni non fanno niente... volete davvero far diventare piazza Salvo d'Acquisto come il Bronx? Ci state riuscendo, non manca molto, servono più controlli e il Comune dovrebbe prendere in mano la situazione». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accerchiato e spintonato 

Lunedì sera, infatti, era accaduto qualcosa di simile. Non è chiaro se sia stata una rissa o un gioco, fatto sta che gli adolescenti terribili - tutti tra i 15 e i 16 anni - si sono scagliati delle sedie addosso. Un residente, intervenuto a difesa di una ragazza che li aveva rimproverati ed era stata insultata, è stato sfidato e spintonato da un bulletto e poi accerchiato da una decina di suoi amici. «Volevano provocarmi - racconta -, aspettavano solo che alzassi le mani, ma io per fortuna non ho reagito. Qualcuno ha chiamato i carabinieri, ma al loro arrivo quei ragazzini se l’erano già svignata». E non mancano scherzi assurdi: è tornato di moda quello di gettarsi in strada al passaggio delle auto, giocando ad evitare l’investimento in extremis e a costringere l’automobilista di turno a brusche frenate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

  • Addio Matteo, fortissimo guerriero: in lacrime per il giovane consulente

Torna su
AnconaToday è in caricamento