rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Roma

Stop a bulli e violenza: poliziotti in centro contro il degrado

Con impegno e costanza anche questo weekend gli agenti della polizia sono stati impegnati con controlli a tappeto nelle vie dello shopping

ANCONA - Lotta alla droga, alle baby gang e alla microcriminalità con i controlli a tappeto della polizia svolti, come ogni weekend, nelle vie dello struscio. Anche oggi gli agenti di polizia hanno pattugliato le vie del centro per prevenire fenomeni di degrado e microcriminalità. Presenti il vice questore Marina Pepe e al dirigente delle Volanti della questura Luca Del Monte, oltre ai preziosi agenti Cinofili che hanno stazionato in piazza Cavour e agli uomini dei reparti di Prevenzione Crimine in piazza Roma insieme agli uomini delle Volanti.

Controlli anche in piazza Pertini e sotto la Galleria Dorica. I poliziotti di quartiere, come di consueto, hanno ascoltato le necessità dei commercianti lungo le vie dello shopping.

Controlli della polizia in centro ad Ancona

«Da ormai quattro mesi - afferma Dal Monte - nella zona centrale i controlli sono aumentati. In particolare la mattina con la presenza del poliziotto di prossimità che si occupa del rapporto con gli esercizi commerciali e la sera con le Volanti, dei Cinofili e del reparto Prevenzione crimine che viene mandato ogni settimana da tutta Italia. Questa settimana abbiamo Napoli, la scorsa avevamo Perugia. Abbiamo organizzato questi servizi integrati in un’ottica preventiva per garantire il presidio del territorio. Attraverso la presenza costante si possono prevenire gli illeciti e i reati più gravi». Per quanto riguarda il tema baby gang Dal Monte spiega come non sia un fenomeno più rilevante di quello che avviene nelle altre città italiane, e che si tratta di qualcosa di «legato al Covid e al lockdown», spiega che «è un problema sociale». Poi aggiunge: «Ad Ancona è innegabile che ci siano stati degli episodi di risse e noi siamo intervenuti con prontezza. In seguito agli eventi delittuosi sono stati sempre individuati i colpevoli. Anche recentemente è intervenuta l’autorità giudiziaria con provvedimenti repressivi». Deterrente per gli spacciatori è il presidio, durante tutti i weekend, dei cani poliziotto. «La loro presenza – spiega il dirigente - è un forte elemento di dissuasione per lo spaccio. Noi svolgiamo un’attività d’indagine e quando c’è da intervenire lo facciamo anche se riteniamo che non ci sia un pericolo particolare in città sotto il profilo degli stupefacenti».

A livello di controlli in poco meno di quattro mesi (dall’8 novembre al 17 febbraio) sono state identificate ad Ancona 8011 persone e controllati 1968 veicoli. Le persone denunciate sono state 56 e gli arrestati 16, per un dispiegamento di 750 uomini e 300 mezzi. In totale sono stati emessi 86 fogli di via obbligatori, 45 Daspo urbani e 40 avvisi orali. Sono stati 298 i negozi visitati dal poliziotto di prossimità e 7 gli istituti comprensivi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a bulli e violenza: poliziotti in centro contro il degrado

AnconaToday è in caricamento