Cronaca

Ambiente: anche Falconara lotta contro la zanzare tigre

Il Comune di Falconara dovrà posizionare 21 ovitrappole e poi ritirarle settimanalmente, consegnandole all'Istituo Zooprofilattico per l'elaborazione dei dati. Interventi straordinari presso le scuole

Una zanzara tigre

E’ scattato dalla prima metà di luglio su tutto il territorio comunale il piano di monitoraggio della zanzara tigre. Il Comune di Falconara ha deciso di proseguire il programma di monitoraggio già attivato dalla Regione nel 2010, e attraverso l’assessorato all’Ambiente ha stipulato un’apposita convenzione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche.

Il Comune, terminato il coordinamento e il contributo regionale, ha deciso di effettuare anche quest’anno il monitoraggio. Non solo. Valutare aree e periodi di maggiore diffusione, attivare il contenimento della zanzara tigre con interventi larvicidi ed effettuare una campagna di sensibilizzazione per indurre la cittadinanza ad adottare sistemi di contenimento di tale presenza utilizzando accorgimenti specifici (ad es. evitare acqua nei sottovasi) come già disposto nella specifica ordinanza (Ordinanza Sindacale n° 20 del 23.02.2010) su imput dell’assessore all’Ambiente Matteo Astolfi, al fine di limitare le cause della proliferazione di detto insetto richiedendo ai cittadini di adottare comportamenti adeguati. In questa fase di attuazione del Piano di monitoraggio, che durerà fino ad ottobre.

La Regione Marche l’IZS consegnerà ai comuni interessati le ovitrappole da collocare sul proprio territorio nei punti già valutati ed indicati dall’ASUR e dall’Istituto Zooprofilattico(IZS).
In particolare il Comune di Falconara dovrà posizionare 21 ovitrappole e poi ritirarle settimanalmente, consegnandole all’Istituo Zooprofilattico per l’elaborazione dei dati (conteggio ovuli – valutazione luoghi e periodi di diffusione ).
Dalla settimana del 9 luglio, alcuni operatori del CEA (Centro di Educazione Ambientale Comunale) si sono attivati per depositare le sedici 21 ovitrappole in varie zone del territorio
I risultati del monitoraggio costituiranno la base su cui il Comune aggiornerà il proprio programma di contrasto per la diffusione della zanzara tigre.
Interventi straordinari sono già previsti anche su zone non inserite nel programma ma ritenute sensibili a seguito segnalazioni e presso le scuole che necessitano detta azione. L’assessorato all’Ambiente ribadisce l’invito a tutti i cittadini per attivarsi nella prevenzione della formazione di detto insetto rispettando alcune regole come svuotare serbatoi di acqua non coperti negli orti e nei cantieri, mantenere ordine e pulizia nei giardini o mettere sabbia bagnata nei vasi dei fiori dei cimiteri (come indicato anche nell’Ordinanza Sindacale n° 20 del 23.02.2010).


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: anche Falconara lotta contro la zanzare tigre

AnconaToday è in caricamento