Pesci morti sulla spiaggia: c’è la risposta dell’istituto Zooprofilattico, ma è ancora giallo

La nota del Comune con la risposta dell’istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria, cui l'Asur ha consegnato alcuni esemplari di pesci morti prelevati il 14 ottobre scorso

Non ci sono virus né avvelenamenti alla base della moria di cefali notata a metà ottobre lungo la costa tra Falconara e Ancona. Lo spiega in una nota il Comune di Falconara, riportando la risposta dell’istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria, cui l'Asur ha consegnato alcuni esemplari di pesci morti prelevati il 14 ottobre scorso. Carcasse di pesci sono state segnalate anche nei giorni scorsi e il caso sarà tema di un'interrogazione comunale.

L'indagine era partita da una segnalazione dell'ufficio ambiente del Comune di Falconara e da una della Capitaneria di porto. Gli uomini della sezione falconarese della Capitaneria, guidati dal comandante Armando Passaretti, dopo un sopralluogo avevano accompagnato i tecnici del servizio veterinario l'Asur che avevano proceduto al campionamento. Nella stessa giornata era stata avvisata anche l'Arpam. L'esito delle analisi dell'Istituto Zooprofilattico, arrivato nei giorni scorsi esclude malattie, così come la presenza di sostanze nocive, che avrebbero comportato la morte anche di altre specie. Hanno infatti dato esito negativo sia l'esame batteriologico, sia la procedura per l'identificazione molecolare di virus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento