rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Bombetti non tracciati, sequestro e maxi multa a un pescatore

La Guardia Costiera ha sequestrato 270 chili di prodotto ittico. Coldiretti: «Bene i controlli a salvaguardia della sicurezza alimentare»

Nella mattinata odierna militari della Guardia Costiera di Ancona hanno provveduto al sequestro di circa 270 Kg di bombetti e lumaconi di mare, detenuti e trasportati da uno straniero. L'uomo, probabilmente, li avrebbe poi venduti. Il tutto però era privo di etichettatura sulla tracciabilità, nonoché del bollo sanitario previsto per i molluschi. Così gli uomini della Guardia Costiera hanno proceduto al sequestro, multando l'uomo per 3.500 euro. Le informazioni sulla provenienza sono previste dalla legge a tutela del consumatore. Tutti i bombetti, ancora vivi, sono stati rigettati in mare. 

L'operazione rientra tra le attività della Capitaneria per debellare il commercio illegale di pescato da parte di veri e propri mercati paralleli irregolari, nonché ad  assicurare il rispetto delle norme in materia di rintracciabilità garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica. Sull'operazione è intervenuta Maria Letizi Gardoni, presidente di Coldiretti Ancona. «Grazie alla tracciabilità - ha detto - i consumatori possono conoscere, leggendo l’etichetta, dove il pesce è stato pescato o allevato. I controlli di filiera sono una garanzia per tutti: per la salute e la sicurezza dei consumatori ma anche per gli stessi pescatori, altrimenti soggetti a concorrenza sleale e all’impoverimento delle risorse ittiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombetti non tracciati, sequestro e maxi multa a un pescatore

AnconaToday è in caricamento