Pesca senza regole dal mare ai mercati, multe e sequestri della Guardia Costiera

È terminata l’operazione effettuata denominata “Know fish", durante la quale sono stati intensificati i controlli sulla filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici della Regione

La Guardia Costiera all'opera

È terminata l’operazione effettuata su scala regionale della Guardia Costiera denominata “Know fish", durante la quale sono stati intensificati i controlli sulla filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici delle Marche fino alla tavola dei consumatori, al fine di scongiurare il consumo di prodotti ittici pescati e commercializzati illegalmente.

Nelle attività di controllo sono stati impiegati 85 uomini e donne, impegnati in 16 missioni svolte a mare e in attività terrestre, che hanno portato a 21 multe per un totale di 29.579,04 euro. La violazione più frequente?  La commercializzazione di prodotto ittico privo della prevista etichettatura e della sua rintracciabilità, la pesca di prodotto ittico sottomisura, l’esercizio di attività di pesca in luoghi e zone vietate, nonché la pesca in quantità superiori a quella consentita. In totale anche il sequestro di 650,60 chili di pesce. I controlli hanno anche portato al sequestro amministrativo di 60 metri di rete da pesca. Le attività di controllo proseguiranno per assicurare il rispetto delle norme e il corretto esercizio delle attività di pesca per garantire la salvaguardia della salute pubblica e la tutela delle risorse biologiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente della Coldiretti di Ancona Maria Letizia Gardoni ha espresso parole di apprezzamento per l'operazione: «Conoscere la provenienza del cibo è un diritto dei consumatori per il quale ci siamo battuti e sul quale non si può più tornare indietro. Ben vengano dunque i controlli di filiera e le sanzioni in caso di infrazioni come si è fatto nell’operazione della Guardia Costiera».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento