Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Dalla Puglia per i ricci del Passetto, subacqueo multato dalla Finanza

Maxi multa per la pesca di frodo dalle parti della Grotta Azzurra. Il gruppo di pugliesi aveva l'intenzione di venderli ai ristoranti della loro regione

Il riccio di mare, una prelibatezza della cucina di mare ma anche una specie delicata la cui pesca è severamente regolamentata. Una cesta piena è stata sequestrata a un pescatore di frodo nella notte tra venerdì 25 e sabato 26 maggio da un'azione congiunta della vedetta in mare e del Pronto Intervento 117 a terra. Il sub, munito di bombola, è stato avvistato in zona Passetto. L'uomo, un pugliese residente a Bisceglie, occortosi della presenza dei finanzieri è uscito velocemente dall'acqua dove lo attendevano tre complici. Il gruppo si è incamminato per risalire il sentiero della Grotta Azzurra ma all'arrivo in strada è stato fermato dai militari. Il sub è stato sanzionato con una multa da 4mila euro. Il pescato è stato sequestrato e, ancora vivo, rigettato in mare. 

Da quanto è emerso il gruppo aveva intenzione di portare i ricci in Puglia dove la pesca indiscriminata ha reso questa specie una rarità per venderli ai ristoranti. La pesca del riccio di mare è vietata in tutta Italia nei mesi di maggio e giugno per consentirne la riproduzione. Inoltre la pesca sportiva può effettuarsi solo in apnea e con un limite di 50 pezzi ed è severamente vietata la vendita e commercializzazione dei prodotti provenienti da tale attività in quanto privi di documentazione sulla tracciabilità del prodotto e quindi potenzialmente pericolosi per la salute pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Puglia per i ricci del Passetto, subacqueo multato dalla Finanza

AnconaToday è in caricamento