Cronaca

Portonovo: pescano di frodo cozze e ricci, scattano le multe

Sequestrati dalla Guardia Costiera di Ancona quasi 50 kg di mitili e circa 2000 esemplari di ricci pescati di frodo a Portonovo. La normativa pone il limite di 3 kg e 50 esemplari per la pesca sportiva

Sequestrati dalla Guardia Costiera di Ancona quasi 50 kg di mitili e circa 2000 esemplari di ricci pescati di frodo a Portonovo. Nel pomeriggio di giovedì, dietro segnalazione una motovedetta via mare e una pattuglia via terra hanno colto sul fatto alcuni uomini intenti ad imbarcare a bordo di un’auto il grosso quantitativo di frutti di mare.

I pescatori inizialmente hanno cercato di fuggire e quindi opposto resistenza all’attività di polizia ma con la dovuta calma, dialogo e fermezza i militari sono riusciti a condurli in caserma per l’identificazione.
Moscioli frodo Portonovo (2)-2A carico dei fermati sono state emesse le multe previste dalla normativa (che consente la pesca sportiva di “moscioli” per un quantitativo massimo di 3 kg, mentre quella dei ricci di mare per un numero massimo di 50 esemplari). I molluschi sono stati tutti rigettati in mare.

 “L’intervento, reso possibile grazie all’attenzione sempre crescente da parte dei cittadini nel segnalare attività illecite” ha dichiarato il Comandante Regionale della Guardia Costiera delle Marche, Ammiraglio Giovanni Pettorino “si inserisce nell’ambito delle attività di controllo a garanzia dei consumatori ai fini igenico-sanitari e di tutela delle risorse ittiche”.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portonovo: pescano di frodo cozze e ricci, scattano le multe

AnconaToday è in caricamento