menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo: un centinaio di persone evacuate, la questione approda alla Camera

Oreficini: "Allontanamenti a scopo precauzionale, non situazioni di emergenza". Stella Bianchi (Commissione ambiente): "Aumentare i fondi per la messa in sicurezza del territorio"

Un centinaio di persone sono state allontanate dalle proprie abitazioni a scopo precauzionale nelle Marche, colpite da ieri da un'ondata di maltempo. Lo ha reso noto il responsabile della Protezione civile regionale Roberto Oreficini, sottolineando che non si tratta di "evacuazioni effettuate in situazioni di emergenza, ma di allontanamenti a scopo precauzionale" avvenuti in varie località, tra cui una decina di ospiti di una comunità terapeutica del Fermano. I vigili del fuoco hanno anche "recuperato" lavoratori rimasti bloccati in capannoni industriali allagati a Cagli e nell'Ascolano. Poche le località isolate in tutta la regione, in base ai dati in possesso della Protezione civile, più che altro molte zone sono raggiungibili solo facendo delle deviazioni o dei percorsi più lunghi.

IN PARLAMENTO. “L'ondata di maltempo che ha colpito le Marche, dimostra ancora una volta quanto sia indispensabile ''un intervento sistematico contro il dissesto idrogeologico in un Paese vulnerabile come il nostro". Lo afferma Stella Bianchi, deputata del Pd della Commissione ambiente, eletta nelle Marche. "In Parlamento - continua Stella Bianchi - stiamo affrontando la discussione sulla legge di Stabilità che proprio su questi punti non appare all'altezza dei problemi. Una risposta va cercata: aumentando le somme da destinare ogni anno alla messa in sicurezza del territorio (i 30 milioni di euro indicati fin qui sono lontanissimi dai 500 milioni di euro indicati dalla commissione ambiente e da quanto necessario) e di dedicare ad un piano nazionale di manutenzione del territorio una parte consistente della spesa per investimenti, che finalmente torna ad aumentare in questa legge di stabilità''.

“È stato un vero disastro, ora per uscire dall'emergenza, le Marche hanno un grande bisogno di aiuto da parte di tutti, a cominciare dal Governo”. Lo dichiara la senatrice del Pd Camilla Fabbri, residente a Pesaro, la provincia che ha registrato due morti la notte scorsa e moltissimi danni. "Le istituzioni, la Protezione civile e le autorità locali - spiega la parlamentare - sono all'opera per i soccorsi e per ripristinare la normalità, ma i danni in alcuni Comuni sono ingentissimi e perciò serve un intervento che duri nel tempo, al di là dell'emergenza''. Il Governo, afferma, ''deve prevedere agevolazioni per le comunità locali maggiormente colpite e la possibilità di derogare dal Patto di stabilità, analogamente a quanto fatto in passato per altre zone d'Italia colpite da disastri naturali''.

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento