Pensionati sempre più anziani e poveri, due su tre con meno di 750 euro lordi al mese

E’ quanto emerge dai dati dell’INPS 2020 (escluse le gestioni dei lavoratori pubblici), elaborati dall’IRES CGIL Marche

Foto di repertorio

MARCHE - Sono 549 mila le prestazioni pensionistiche e assistenziali attualmente erogate dall’INPS nelle Marche di cui 297 mila pensioni di vecchiaia (pari al 54,1% del totale), 34 mila pensioni di invalidità (6,3%), 117 mila pensioni ai superstiti (21,3%), 14 mila pensioni/assegni sociali (2,6%) e 86 mila prestazioni a invalidi civili (15,7%). E’ quanto emerge dai dati dell’INPS 2020 (escluse le gestioni dei lavoratori pubblici), elaborati dall’IRES CGIL Marche.

L’importo medio delle pensioni vigenti nelle Marche è di 779 euro lordi, con valori medi che variano dai 1.011 euro delle pensioni di vecchiaia ai 430 euro delle pensioni e assegni sociali. Nelle Marche, gli importi delle pensioni sono di gran lunga inferiori a quelli nazionali e particolarmente significativa è la differenza negli importi delle pensioni di vecchiaia dei lavoratori dipendenti che, nelle Marche, sono di 1.119 euro, ovvero -285 euro mensili rispetto ai valori medi nazionali e -378 euro rispetto alla media delle regioni del Centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Significativa è anche la differenza tra uomini e donne: se i primi percepiscono 1.251 euro lordi, le donne arrivano appena a 722 ovvero mediamente 529 euro in meno ogni mese; una differenza che per le pensionate ex lavoratrici dipendenti arriva a -655 euro mensili. Osservano Daniela Barbaresi, Segretaria CGIL Marche ed Elio Cerri, Segretario SPI Marche: “i dati dell’INPS confermano le difficoltà di migliaia di pensionati marchigiani che fanno i conti con pensioni troppo basse alle quali si accede in età sempre più avanzata. Vi è dunque l’urgenza di superare strutturalmente l’impianto della Legge Fornero con una vera riforma del sistema previdenziale”. Nelle Marche 360 mila prestazioni pensionistiche, pari al 65,5% del totale sono inferiori a 750 euro al mese (60,5% la media nazionale): dunque, 2 pensionati su 3 percepiscono un importo che non consente loro di superare la soglia della povertà. Una condizione pensionistica nella quale si confermano notevoli differenze di genere: gli uomini con pensioni fino a 750 euro sono il 46,0% del totale (43,7% a livello nazionale), per le donne tale percentuale sale all’79,6% (73,6% in Italia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento