Cronaca Loreto

L’Aeronautica ha celebrato la Beata Vergine di Loreto, Patrona degli aeronauti  

Anche quest’anno come da tradizione, l’Aeronautica Militare ha rinnovato la propria devozione alla Beata Vergine Lauretana in occasione delle celebrazioni alla base militare

La statua della Madonna di Loreto portata a spalla dali cadetti dell'Accademia Aeronautica

Una tradizione che affonda le sue radici nel 1920, anno in cui la Madonna di Loreto fu proclamata “patrona degli aeronauti”. La sera del 9 dicembre il Comandante dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli (NA), Generale di Brigata Aerea Enrico Degni, insieme al colonnello Davide Salerno e al Colonnello Luca Massimi, rispettivamente comandante e vice comandante del Centro di Formazione Aviation English di Loreto (AN), hanno partecipato alla veglia di preghiera presieduta S.E. Mons. Rino Fisichella,  Presidente Pontificio Consiglio per la nuova Evangelizzazione e concelebrata da S.E. Mons Fabio Dal Cin Arcivescovo Prelato di Loreto e Delegato Pontificio per la Santa Casa. Al termine della Santa Messa, gli allievi del Corso “Vulcano V” dell’Accademia Aeronautica, insieme al personale del Cen.For.Av.En., hanno portato a spalla la Sacra Effige della B.V. Maria di Loreto per la tradizionale processione. La mattina del 10 dicembre, a termine della solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta da S.E. Mons. Rino Fisichella, il Generale di Brigata Aerea Enrico Degni ha rivolto un indirizzo di saluto a nome del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare. Il Generale ha ricordato come «queste celebrazioni rappresentano un momento di riflessione sul quotidiano impegno dell’Aeronautica Militare a favore della comunità».

Al termine delle celebrazioni una formazione composta da due MB-339 e un T-346 del 61° Stormo di Galatina (LE), nell'ambito di una missione addestrativa partita dall'aeroporto di Lecce e diretta a Cervia, ha sorvolato il Santuario, ricevendo così la  benedizione da S.E. Mons. Rino Fisichella. Le cerimonie lauretane richiamano la cosiddetta “Festa della Venuta” durante la quale si ricorda il trasporto a Loreto della “Santa Casa”. Secondo la tradizione, si tratta della dimora di Maria a Nazareth, in Galilea, dove ricevette l'annuncio angelico e che, nel 1294, nella notte tra il 9 e il 10 dicembre, fu trasportata in territorio marchigiano. La versione popolare secondo cui il trasporto avvenne “per mano di angeli” fu il motivo per cui la Madonna di Loreto, fin dalle prime imprese aeree italiane, cominciò ad essere venerata quale protettrice degli aviatori; finché il 24 marzo 1920 la Beata Vergine Lauretana venne ufficialmente proclamata “patrona degli Aeronauti” da papa Benedetto XV. L'Aeronautica Militare, fondata quale Forza Armata il 28 marzo 1923, cominciò dunque a venerare la Madonna di Loreto in tutte le sue basi celebrando la ricorrenza del 10 dicembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Aeronautica ha celebrato la Beata Vergine di Loreto, Patrona degli aeronauti  

AnconaToday è in caricamento