Parco Unicef, a inizio estate manutenzione straordinaria e nuovi giochi

Manutenzione straordinaria a giugno agli altri da parte di una ditta specializzata, per una spesa complessiva di circa 1.500 euro

Il Parco Unicef resta uno dei parchi più frequentati dai bambini, tanto che è stato meta quotidiana di quelli di materne ed elementari iscritti ai centri estivi. Proprio per questo, oltre allo sfalcio periodico dell’erba, in primavera è stata fatta una ricognizione di tutti i giochi in legno presenti: il gioco ad acqua, che non era più recuperabile, è stato rimosso, mentre è stata fatta una manutenzione straordinaria a giugno agli altri da parte di una ditta specializzata, per una spesa complessiva di circa 1.500 euro. Nell’altalena doppia già presente nel parco e ancora recuperabile sono stati sostituiti i seggiolini mancanti e il gioco è stato riverniciato e fissato al suolo. Anche le due capanne degli indiani, dopo una verifica dell’integrità, sono state ripulite, fissate al suolo e riverniciate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ stato poi posizionato nel parco un nuovo, grande gioco multifunzionale che, in base alle certificazioni prodotte dal fornitore, è realizzato in polietilene riciclabile al 100 per cento, un materiale che è stato scelto anche perché è più resistente alle abrasioni e necessita di minor manutenzione rispetto al legno. L’investimento è stato di 8mila euro. «La manutenzione straordinaria del Parco Unicef – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi – è avvenuta dopo un sopralluogo che ho compiuto personalmente insieme al sindaco Stefania Signorini. L’area verde è tutt’altro che abbandonata, i giochi sono sicuri e il verde è regolarmente curato. Quanto al servizio di custodia, vorrei ricordare ai rappresentanti del circolo ‘Martin Pescatore’ di Legambiente che il Comune ha aperto un bando per il ‘Volontariato Civico’: qualunque falconarese può candidarsi come custode di questa area verde, cui l’amministrazione comunale tiene molto. Il Comune sta comunque lavorando per garantire la cura quotidiana delle aree verdi attraverso un progetto di prossima attivazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento