rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Collemarino / Via Alessandro Volta

Inaugurati e già distrutti: i vandali prendono di mira anche i giochi per bambini

Al Parco Pubblico Il Gabbiano di Torrette la struttura nuova di zecca è già off limits. Domenica pomeriggio qualcuno ha fatto saltare le viti

ANCONA - Neppure il tempo di montare e inaugurare i giochi per i bambini che sono già off limits causa vandali. Qualcuno ieri pomeriggio al parco pubblico Il Gabbiano di Torrette ha danneggiato alcune parti della struttura salendoci sopra e facendo saltare le viti che tenevano ancorati i pezzi.

VIDEO | «Ragazzi datevi una regolata»: ecco come sono ridotti i giochi a Torrette 

Questa mattina Arnaldo De Angelis, dipendente del Comune addetto, tra le altre mansioni di amministrativo, al controllo dei parchi e dei bagni pubblici in città, si è accorto del danno e immediatamente ha allertato i colleghi. Talmente tanta è stata la rabbia nel vedere quei giochi nuovi distrutti che ha preso in mano lo smartphone registrando un video da postare sui social taggando la pagina di AnconaToday. «Le persone sono arrabbiate - dice De Angelis - li faremo risistemare ma la situazione è questa. Non si può andare avanti così a sfasciare tutto. Bisogna che vi date una regolata». Ora l'intera area è stata impacchettata con del nastro rosso per questioni di sicurezza e servirà qualche giorno per ripararla. In quel punto spiega il tecnico: «non ci sono ancora telecamere ma credo possano essere utili in alcuni punti sensibili come i parchi pubblici. Qui vicino ci sono le scuole, capita che alcuni giovani vengano in zona e poi magari hanno atteggiamenti spavandi e fanno queste cose. Magari la telecamera più essere un buon deterrente ma in primis serve l'educazione dei genitori».

Quella degli atti di vandalismo è una morsa che non accenna a mollare la sua presa in città. Fenomeni di questo tipo si ripetono a cadenza quasi settimanale. Dalle scritte lasciate sulla pietra del Monumento ai Caduti passando per i writers sotto i portici di piazza Cavour fino agli imbrattamenti alla cattedrale di San Ciriaco. Ma non solo in centro. Per fare solo pochi esempi: l'ascensore spaccato a Palombina, i vandali al parco di Posatora e la scuola media Volta completamente imbrattata di scritte rosse e nere.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurati e già distrutti: i vandali prendono di mira anche i giochi per bambini

AnconaToday è in caricamento