Parco del Conero, trovate 20 tonnellate di lastre di amianto abbandonate

A trovarle sono stati gli agenti del Corpo Forestale dello Stato. L'amianto si trovava in un'area rurale di proprietà di Autostrade per l'Italia, nei pressi di Numana

NUMANA - Gli agenti della forestale del Conero hanno trovato e sequestrato 20 tonnellate di lastre di amianto, abbandonate in un'area rurale di proprietà di Autostrade per l'Italia. L'amianto si trovava ai margini del Parco del Conero, nascosto tra la vegetazione in prossimità di un fosso di scolo.

Le analisi dell'Arpam hanno accertato che si tratta di un quantitativo ingente di amianto del tipo crisotilo, molto dannoso per la salute umana e per l'ambiente. Infatti le lastre erano molto rovinate e le fibre avevano già contaminato il terreno. La Procura di Ancona ha aperto un fascicolo di indagini a carico di ignoti per reati di abbandono e gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi. Intanto nel terreno contaminato, è in corso la bonifica a cura della Società Autostrade, che si è fatta carico delle spese per la rimozione dell'amianto. I responsabili rischiano fino a due anni di carcere e 26mila euro di multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento