menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
alberi abbattuti lungo il sentiero

alberi abbattuti lungo il sentiero

Parco del Conero, alberi abbattuti per fermare i patiti della mountain bike

Il sentiero per il Pian dei Raggetti sbarrato dagli abbattimenti per frenare le bici, vietate in quel punto. L'Ente Parco: «Segnaliamo ai forestali ma diffidiamo a praticare tracciati abusivi»

Alberi abbattuti in pieno Parco del Conero e lasciati a sbarrare i sentieri del monte. Una risposta da vandali per contrastare un'altra cattiva abitudine: quella di avventurarsi in mountain bike in tracciati dove le due ruote non sono ammesse. Succede nei pressi del Pian dei Raggetti e a segnalarcelo è stato un nostro lettore che ci ha inviato tanto di foto. Gli abbattimenti riguardano due tracciati situati nei pressi del Pian di Raggetti. Tracciati abusivi, secondo quanto sostiene l'Ente Parco, e comunque non adibiti a essere affrontati in sella a una bici. Il che, tuttavia, non giustifica la mano di chi ha tagliato tronchi in un'area protetta. «Segnaleremo l'episodio ai carabinieri forestali – fanno sapere dall'Ente Parco – e comunque i sentieri in questione sono abusivi. Per la fruizione in bici del parco c’è il regolamento. Nei sentieri ufficiali, dove si può circolare liberamente. Il parco pone la segnaletica e fa manutenzione». 

«In questi, anche se gran parte cadono in proprietà privata, è garantita la fruizione pubblica – prosegue la nota - Quindi, se sugli ufficiali ci sono alberi caduti ad ostruirli, è bene che i cittadini li segnalino perché il parco interviene per garantire la fruizione in sicurezza. Ci si avvale altresì del fondamentale servizio del volontariato e, nel caso specifico, della vigilanza antincendi boschivi. Diversamente, sui tracciati abusivi, non solo il parco non fa manutenzione, ma diffida chi li percorre perché mette a rischio la propria vita con un comportamento illegale. Rischia la sanzione e, nei casi dove dovessero essere necessarie spese di intervento, queste sarebbero a carico del malcapitato. Senza considerare eventuali conflitti con la proprietà che è direttamente responsabile di eventuali conflitti anche legali».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento