Portonovo, parapendista costretto all'atterraggio: soccorso a Mezzavalle

Proprio lo sportivo ha poi spiegato ai soccorritori che la situazione è sempre stata sotto controllo. Avrebbe scelto quella zona per un atterraggio effettivamente fuori programma perché il vento era calato troppo per proseguire il volo

Parapendio Conero

Parapendio costretto ad un atterraggio d'"emergenza" e finisce sulla macchia verde della zona di Mezzavalle. E’ successo tutto questa mattina (domenica) intorno alle 11:00, quando la vela che volava nel cielo del Conero ha dovuto cercare un atterraggio a causa del vento sceso sotto i 15 Km/h (circa la velocità necessaria per restare sospesi in aria). Lo sportivo, un 34enne dell’hinterland anconetano, ha avuto la capacità e il mestiere di scegliere una zona fuori portata dove poter atterrare. Secondo quanto sostenuto da lui, avrebbe scelto di evitare l'atterraggio in spiaggia per non destare allarme ed è così finito nell'area della macchia verde di Mezzavalle, lontana dai bagnanti e dalle spiagge, ma meno sicura per la presenza di sentieri scoscesi e franosi. Tanto che sarebbero stati proprio i frequentatori della spiaggia a chiamare i soccorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono così intervenuti sul posto i vigili del Fuoco del distaccamento porto di Ancona che, coordinati dal capo reparto Fernando Pigniatiello, hanno agito con una squadra via terra e una via mare. Mentre quella via mare aveva una visuale a 360 gradi, quella via terra raggiungeva il 33enne mentre scendeva con la vela sotto braccio. Proprio lo sportivo ha poi spiegato che la situazione è sempre stata sotto controllo e di aver scelto lui quella zona per un atterraggio effettivamente fuori programma. «Il parapendista è stato costretto ad una sorta di pre-atterraggio in quanto il vento era calato troppo - ha spiegato il socio della Asd Parapirati del Conero Andrea Ruello - E' stata una scelta ragionata del mio collega per evitare problemi ai bagnanti ma non c'è mai stato un problema. Infatti quello che mi dispiace è che ogni volta che c'è un fuoriprogramma si desti un allarme che si può evitare». Alla fine della giornata l’atterraggio di emergenza di questa mattina é stato un fuori programma nell’arco di un’intera giornata in cui decine di parapendii hanno sorvolato il cielo della baia del Conero in totale sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento