Cronaca Piano / Corso Carlo Alberto

Il bar rischia di chiudere, una raccolta fondi per salvarlo: «Il danno è stato enorme»

Daniele Donati del Papero Bar chiede aiuto su GofundMe: «Non vogliamo l'elemosina, ma i debiti si accumulano e spendo 100 euro al giorno di costi fissi: così dovrò vendere»

Daniele Donati, titolare del Papero Bar

Una raccolta fondi per aiutare il bar a sopravvivere. L’appello è di Daniele Donati, titolare del Papero Bar di corso Carlo Alberto, che si è rivolto alla piattaforma GofundMe per sperare di rivedere una luce in fondo al tunnel. «Dopo 9 anni di attività e sacrifici ci troviamo di fronte ad un problema più grande di noi - scrive -. Purtroppo e giustamente siamo chiusi da più di un mese e non siamo per riaprire. Non riusciamo a sostenere le spese fisse di gestione: noi e tanti altri bar in tutta Italia abbiamo pensato di chiedere il vostro aiuto. Un grazie anticipato a tutti coloro che vorranno darci una mano».

Conti alla mano, Daniele spende 100 euro al giorno tra affitto, acqua, luce e gas. «In realtà non voglio chiedere l’elemosina, la mia è una forma di protesta silenziosa per far capire la situazione in cui ci troviamo - spiega il commerciante -. Le attività di ristorazione e i bar probabilmente saranno le ultime a ripartire: il danno è enorme, al punto che sto valutando seriamente di vendere il bar, se lo stop verrà prolungato anche a maggio. I debiti si accumulano, i costi fissi vanno comunque sostenuti. Così rischio di non farcela». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bar rischia di chiudere, una raccolta fondi per salvarlo: «Il danno è stato enorme»

AnconaToday è in caricamento