rotate-mobile
Cronaca

Il prefetto scrive a Paolino Giampaoli: «Sarai Cavaliere della Repubblica»

Onorificenza per il 49enne testimonial dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Torrette e impegnato a livello sportivo. Il 2 giugno la cerimonia di consegna

ANCONA - «La mia mattinata non poteva iniziare nel modo migliore. Mi è arrivata la lettera dal prefetto di Ancona Darco Pellos, che mi annunciava che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella mi aveva conferito la onorificenza di Cavaliere dell’Ordine  “𝑨𝒍 𝒎𝒆𝒓𝒊𝒕𝒐 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝑹𝒆𝒑𝒖𝒃𝒃𝒍𝒊𝒄𝒂 𝑰𝒕𝒂𝒍𝒊𝒂𝒏𝒂”». Paolo Giampaoli, per tutti Paolino, sarà Cavaliere della Repubblica. Ieri mattina gli è arrivata la lettera firmata dal prefetto che gli annuncia il conferimento dell’onorificenza che avverrà il 2 giugno. Un titolo importante che viene dato solo a chi si è distinto in campo politico, artistico, lavorativo, sociale o militare. «In un primo momento ho pensato ad un fake - dice Paolino - poi ho telefonato alla segreteria del prefetto che mi ha confermato che era tutto vero. Non so come, non so chi, abbia abbia proposto la mia candidatura, ma lo ringrazio  perché  questa onorificenza, è l’ennesimo attestato di stima che ricevo e credo senza nulla togliere ai precedenti, che questa sia la più importante che un cittadino italiano possa ricevere. Probabilmente i miei sacrifici a vivere una vita come tutti gli altri, le mie battaglie contro le  discriminazioni sono servite e sono state apprezzate. Ringrazio tutti dalla mia famiglia, ai miei amici, quelli che ogni giorno hanno condiviso e condividono le miei gioie, i miei dolori e le mie difficoltà, alle istituzioni locali, ai miei colleghi della stampa e gli allenatori».

Di battaglie Paolino ne ha fatte tante. A febbraio 2020 entrò in ospedale a Torrette come il paziente 1 per Covid e rimase quasi un mese ricoverato nel reparto di Malattie Infettive. Arrivato 49 anni è conosciuto il suo impegno nello sport e ricopre il ruolo di vicepresidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana e di presidente provinciale Aiac (associazione italiana allenatori calcio). Alle spalle anche due aste di beneficenze per il reparto dove fu ricoverato e con cui sono stati raccolti 8mila euro. Dal 2020 testimonial dell’Azienda Ospedaliero Universitaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto scrive a Paolino Giampaoli: «Sarai Cavaliere della Repubblica»

AnconaToday è in caricamento