Cronaca Via Flaminia

Via Flaminia: il comune piazza "panettoni" anti-investimento

Una serie di "panettoni" di cemento sono stai posti a protezione della fermata bus in via Flaminia, zona Disco, di cui si servono in particolare anche gli studenti degli istituti superiori falconaresi

Questa mattina il Comune di Falconara ha provveduto ad installare una serie di ‘panettoni’ di cemento a protezione della fermata bus in via Flaminia, zona Disco, di cui si servono in particolare anche gli studenti degli istituti superiori falconaresi.

A seguito infatti del grave incidente nel quale martedì scorso sono stati coinvolti otto studenti del liceo Cambi, investiti mentre aspettavano l’autobus alla fermata oggetto dell’intervento odierno, al Comando della Polizia Municipale sono arrivate numerose telefonate da parte di cittadini preoccupati per la sicurezza e l’incolumità dei pedoni.
La stessa dirigente scolastica dei due istituti superiori cittadini, l’assessore alla Cultura Stefania Signorini, è stata contattata dai genitori dei suoi studenti che le hanno confessato i medesimi timori.

Per tali motivazioni e in seguito al sopralluogo disposto la scorsa settimana nel punto dove si è verificato l’incidente ed effettuato da Vigili, tecnici comunali e di Marche Multiservizi Falconara, alla presenza dell’assessore Signorini insieme all’assessore alla Viabilità Clemente Rossi, si è deciso di intervenire immediatamente installando 10 panettoni in cemento, ancorabili alla strada e dotati di catarifrangenti, per creare un divisorio protettivo tra la Flaminia e la pensilina del bus.

Panettoni Disco Via Flaminia 1-2“Si tratta, ovviamente, di un intervento tampone – spiega il vicesindaco Rossi - che tiene conto più dell’emotività suscitata dall’episodio che della reale pericolosità di quel preciso tratto di strada: in quella zona la strada è molto ampia e gli attraversamenti si concentrano soprattutto al mattino in concomitanza con l’entrata e l’uscita degli studenti dalle scuole superiori. Già dalla prossima giunta, il proposito è quello di effettuare un monitoraggio di tutte le fermate dell’autobus, intervenendo in quelle che, per afflusso di utenti e per quantità di traffico, risultano potenzialmente più pericolose per l’incolumità delle persone”.
 
Tra le ipotesi per il futuro, che successivamente dovranno essere confrontate con Conerobus, anche l’installazione di semafori a chiamata con isole salvagente al centro della carreggiata o, dove possibile, anche lo spostamento delle fermate e delle pensiline per garantire la massima sicurezza ai cittadini che scelgono il mezzo pubblico per i loro spostamenti.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Flaminia: il comune piazza "panettoni" anti-investimento

AnconaToday è in caricamento