Falconara, da PalaBadiali a PalaSandretto: novità in vista per il palasport

La società di basket si aggiudica il bando per la gestione della struttura cittadina e presenta un progetto di restyling. In arrivo parquet, bar e spazi espositivi

Il PalaBadiali, un tempo tempio indiscusso della pallavolo marchigiana, cambia veste. Con il volley lontano dai fasti della serie A, la principale struttura sportiva indoor cittadina era già divenuta teatro di gare di calcio a 5 (con il Città di Falconara in serie A femminile) e, a partire da quest'anno, di basket con la Sandretto Falconara in C Nazionale. I cestisti, ora, alzano il tiro. Il Comune nei mesi scorsi, visto il termine della precedente gestione, ha messo a gara l'affidamento della struttura. L'unica società a rispondere è stata proprio la Sandretto. Al momento, in attesa di un'aggiudicazione definitiva, il Comune ha proceduto a un affidamento temporaneo. Cosa prevede l'accordo? Il Comune versa 18mila euro (più iva) l'anno per apertura, chiusura, pulizia e manutenzione ordinaria. Chiesta anche la riapertura del bar ristoro. In cambio la società di pallacanestro si impegna a effettuare interventi di manutenzione straordinaria per 10mila euro entro i tre anni dalla data di stipula della convenzione. Durata dell'accordo, fino al 2019.

C'è di più. Già perché il bando prevedeva anche un ampliamento temporale dell'affidamento (fino a un massimo di 9 anni) in caso di lavori migliorativi all'interno della struttura. E il Falconara Basket ne ha bisogno come il pane, per continuare la sua avventura. Il regolamento federale della C Nazionale prevede il fondo di gioco in parquet. Per questo campionato la Sandretto (al momento seconda in classifica, staccata di due punti da Ortona) ha chiesto una deroga. Dal prossimo anno, il parquet è una necessità. Il progetto sarebbe già stato presentato in Comune. Oltre al parquet sono previsti altri interventi come il restyling degli spogliatoi ma anche spazi espositivi (che potrebbero attirare commercianti di articoli sportivi). Fatti i lavori, la durata dell'accordo arriverebbe al 2024.

Che il Falconara Basket faccia sul serio, è cosa nota. L'estate 2014 è stata segnata da una sontuosa campagna acquisti con l'obiettivo di essere promossi di serie B. Dopo l'addio del PalaLiuti di Castelferretti, troppo piccolo per ospitare un campionato nazionale, sono stati effettuati i primi lavori per avere i requisiti minimi essenziali per ottenere la deroga. Ora ci si prepara al salto di qualità. Dunque si può parlare di PalaSandretto? Non proprio. L'intenzione della società è quella di mantenere la memoria di Gianfranco Badiali, il pallavolista prematuramente scomparso nel 1988 a causa di un male incurabile, a cui è dedicato il palas. E si sta già pensando di trasferire la gigantografia dell'atleta, affissa all'interno della struttura, in un punto più visibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento