La Pala Gozzi di Tiziano viaggia verso Milano, verrà esposta a Palazzo Marino

La maestosa opera di Tiziano lascia la Pinacoteca civica di Ancona alla volta di Milano dove sarà al centro di un allestimento a Palazzo Marino

La maestosa Pala Gozzi  “Sacra Conversazione” di Tiziano lascia questa mattina la Pinacoteca civica di Ancona alla volta di Milano dove sarà al centro di un allestimento a Palazzo Marino, per la tradizionale Mostra di Natale milanese.  Un appuntamento culturale consolidato, frutta di una intesa tra i settori pubblico-privato particolarmente gradito dai cittadini e dai visitatori della città, che verrà presentato ufficialmente lunedì prossimo, 4 dicembre dai sindaci Giuseppe Sala e Valeria Mancinelli. 

L'operazione si svolge all'insegna di una importante collaborazione tra le due città nel segno dell'Arte e un riconoscimento importante verso la città di Ancona che, come sottolineano il sindaco e l'assessore alla Cultura del Comune di Milano, «sta svolgendo un ruolo particolarmente sensibile e attivo come centro di raccolta e protezione di  numerose opere proveniente dai territorio del sisma». L'esposizione dell'imponente capolavoro del pittore cinquecentesco sarà allestita dal 5 dicembre al 14 gennaio, con accesso gratuito.

La Pala d'altare, opera giovanile di Tiziano, è stata nelle ultime settimane protagonista alla Pinacoteca Podesti della mostra “Tiziano & Tiziano, due capolavori a confronto”  insieme a  “La Crocefissione”, realizzata dal Maestro in età avanzata e collocata abitualmente nella chiesa di San Domenico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento