Cronaca

Via Appennini, il padrone del branco: «Chiedo scusa ma non abbandono i miei cani»

Il 61enne amante dei cani, oltre ad essere dispiaciuto per l'accaduto, ha comunque ribadito che i suoi corsi non hanno mai dato segni di violenza e che adesso è disponibile e farli vedere da qualcuno che sia esperto di comportamento

Ha chiesto scusa il padrone del branco che, probabilmente scatenato da un pinscher, domenica scorsa ha aggredito una 61enne in via Appennini. L’uomo ha tentato in tutti i modi di parlare con la vittima, che però si è dovuta prima sottoporre ad un delicato intervento chirurgico al braccio e poi ha dovuto faretutta una serie di esami clinici al reparto di Chirurgia plastica dell’ospedale di Torrette. Nel frattempo l’appassionato di cani corsi e proprietario del branco che ha azzannato la passante, si è presentato a casa della donna per parlare col marito e chiedere scusa per l’accaduto. «Cheido scusa alla signora e le faccio gli auguri di pronta guarigione» ha detto proprio Giuseppe Iannolo. 

Il 61enne amante dei cani, oltre ad essere dispiaciuto per l’accaduto, ha comunque ribadito che i suoi corsi non hanno mai dato segni di violenza prima e che adesso è disponibile e farli vedere da qualcuno, sia esso un veterinario o un educatore cinofilo. Di sicuro, non li abbandonerà. Mai.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Appennini, il padrone del branco: «Chiedo scusa ma non abbandono i miei cani»

AnconaToday è in caricamento