Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Falconara Marittima

Ricostruì il convento dopo il terremoto del '72: è morto Padre Armando Sfratato

Il religioso aveva partecipato alla ricostruzione del convento di Sant'Antonio da Padova per poi diventarne parroco. E' morto all'età di 89 anni

Contribuì a ricostruire il convento di Sant’Antonio da Padova, gravemente danneggiato e poi demolito dopo il terremoto del 1972. Falconara piange padre Armando Sfratato, religioso appartenente all’ordine dei frati Minori, morto martedì pomeriggio a 89 anni all’ospedale di San Benedetto del Tronto. Teramano d’origine (era nato ad Ancarano) ma falconarese di adozione, tanto che nel 2004 ricevette la cittadinanza benemerita. Arrivò a in città nel 1963 dopo gli anni di seminario, noviziato e servizio trascorsi tra Treia, Cingoli, San Severino, Potenza Picena e Jesi.

Nel 1954 l’allora vescovo Carlo Falcinelli lo consacrò sacerdote nel duomo di Jesi e nove anni dopo padre Sfratato fu inviato al convento falconarese di Sant’Antonio da Padova. Nel 1972 le scosse di terremoto, che arrivarono a una potenza di 9.4 della scala Mercalli, danneggiarono gravemente l’edificio religioso. Impossibile ripararlo e allora padre Sfratato celebrò le messe prima in piazza poi nella cripta del convento, l’unica parte rimasta agibile. Nel 1987 fu nominato parroco di Sant’Antonio e insieme a tutta la comunità rimise in piedi la chiesa, contribuendo anche alla costruzione dell’organo dedicato a Franco Barocci, un giovane studente di conservatorio morto in seguito a un incidente stradale. Gli anni a seguire furono quelli della sofferenza fisica. Interventi, cure mediche e nel 2009 il trasferimento all’infermeria “Oasi di Santa Maria dei Monti” di Grottammare, dove prestò servizio come confessore.

I funerali saranno celebrati giovedì 24 agosto alle 10 nella chiesa di Sant’Antonio da Padova a Falconara.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruì il convento dopo il terremoto del '72: è morto Padre Armando Sfratato

AnconaToday è in caricamento