Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Osimo

Giro d'Italia, park e navette per raggiungere il centro blindato

Sette aree sosta attorno alla zona rossa e un parcheggio in zona industriale per accogliere appassionati della corsa in rosa. Il consiglio del sindaco: «Venite la mattina presto»

Nei 10 chilometri di tracciato nel territorio osimano del Giro d'Italia si prevedono, per l'arrivo della corsa rosa di mercoledì 16 maggio, almeno 10mila appassionati. C'è addirittura un gruppo di canadesi, 50 persone, che da Rimini arriveranno in pullman per assistere alla gara. Il centro storico sarà off limit già da martedì 15 a partire dalle 18. Al momento sono "saltati" circa 400 posti auto per far spazio alla corsa, recuperati dai circa 500 in sette parcheggi attorno alla zona rossa: via Fagioli/via S. Gennaro, centro commerciale Le Fornaci, cimitero, chiesa Misericordia, campo sportivo Santilli, centro La Coccinella, campo sportivo San Carlo. Da qui partiranno corse ogni 15 minuti con arrivo all'impianto di risalita di via Colombo: dalle 18 alle 24 per martedì 15, dalle 7 alle 15 e dalle 18 alle 24 del 16 e dalle 7 alle 20 di giovedì 17. Per quanti arrivano da fuori Osimo il consiglio è quello di utilizzare il parcheggio di via Agnelli nella zona industriale di Osimo Stazione: navette ogni 20 minuti dalle 7 alle 24 del 16 ma servizio sospeso durante il passaggio della corsa previsto dalle 14.30 alle 18. In quel lasso di tempo è previsto l'arrivo del gruppo da Assisi. Ovviamente non si può pretendere di arrivare a quell'ora. Per accaparrarsi i posti migliori, attorno all'arrivo in piazza del Comune, occorrerà arrivare presto. 

«Dopo l'esperienza della Tirreno Adriatica mi sento di suggerirlo» dice il sindaco Simone Pugnaloni. Il gruppo arriverà provenendo da Filottrano in direzione dell’incrocio del Padiglione. Poi la svolta a sinistra verso Casenuove fino al PalaBaldinelli, via Striscioni (Gran Premio della Montagna), Villa, via Chiaravallese, via Costa del Borgo e via Fontemagna (contromano), via Guazzatore, via Don Sturzo (contromano), via Marco Polo, salita di via Olimpia, via Battisti, Tre Archi (Porta Vaccaro), via Matteotti e dunque l’arrivo in Piazza del Comune. A vegliare sul pubblico, un dispositivo di sicurezza coordinato dalla Questura di Ancona e dal Commissariato di Osimo, dal Comando della Polizia Municipale (che ha avuto rinforzi anche da  Recanati, Castelfidardo, Loreto e Camerano) e dalla Croce Rossa: oltre all'automedica dell'ospedale di Osimo sarà presente anche un'altra potes in centro più sei ambulanze. «Questa è l'iniziativa più importante – ha detto Pugnaloni - e c’è un'attenzione particolare sotto ogni aspetto di viabilità, di ordine e sicurezza pubblica. Chiedo scusa ai residenti del centro storico ma questo evento porterà Osimo in tutto il mondo e avrà grandi ricadute a livello turistico: le statistiche dicono che il 10% delle persone che vanno a vedere il Giro poi tornano per fare una vacanza nei luoghi che hanno visitato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia, park e navette per raggiungere il centro blindato

AnconaToday è in caricamento