Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Osimo, allenatore di calcio truffato da una squillo

Le indagini sono iniziate a seguito di una denuncia di truffa contro ignoti, presentata da un osimano, allenatore di calcio, il quale lamentava l'incasso fraudolento con conseguente addebito sul suo conto, di un assegno bancario clonato

La Polizia ad Osimo

OSIMO - La Polizia di Osimo ha denunciato, una donna di anni 31,D.G., residente a Casoria (NA) perché ritenuta responsabile di truffa, ricettazione, e falso in atto pubblico.

Le indagini effettuate dagli investigatori di Osimo sono iniziate a seguito di una denuncia di truffa contro ignoti, presentata presso la Polizia di Stato di Osimo da un osimano, allenatore di calcio, il quale lamentava l’incasso fraudolento con conseguente addebito sul suo conto, di un assegno bancario perfettamente clonato, apparentemente firmato dal medesimo, per l’importo di 1.800 euro, il cui titolo originale era ancora in suo possesso.

Gli Agenti hanno accertato che il falso titolo era stato negoziato a Casoria (NA) da una donna già deferita alla giustizia per altri fatti analoghi, e depositato presso il suo libretto postale il cui contante era stato immediatamente ritirato dal conto.

Nel corso delle indagini è stato possibile accertare che la riproduzione falsa dell’assegno, che originariamente era di 180 euro, era stata compiuta con la complicità di una prostituta che lo aveva ricevuto temporaneamente dall’osimano, quale pegno in attesa di essere liquidata con danaro contante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo, allenatore di calcio truffato da una squillo

AnconaToday è in caricamento