menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botti a Capodanno? Scattano i divieti, raffica di ordinanze nell'anconetano

Dopo Jesi, Ancona e Senigallia anche Falconara Marittima, alla vigilia del Capodanno, emette un'ordinanza anti-botti. Multe da 25 a 500 euro per chi sgarra

Con l'avvicinarsi della mezzanotte, non si ferma la corsa delle amministrazioni comunali a "sparare" ordinanze anti-botti che mettono al bando i petardi nella principali piazze e vie cittadine della Provincia. Dopo Jesi, Ancona e  Senigallia arriva anche Falconara Marittima.

Il primo cittadino, Goffredo Brandoni ha infatti emesso un'ordinanza che vieta di “utilizzare sulle pubbliche vie, nelle piazze e nei luoghi aperti al pubblico razzi a scoppio, mortaletti, petardi e giochi pirici esplodenti in genere, con la sola esclusione del lasso di tempo tra le ore 21.30 del 31 e le 2 del primo giorno di ogni anno”.  Rispetto alle altre città, Falconara fa così eccezione. Mentre ad Ancona, Jesi e Senigallia botti e petardi sono banditi proprio nel clou dei festeggiamenti di San Silvestro (ad Ancona, in piazza del Papa e nella limitrofa via Gramsci dalle 22:30 all'1:45, a Senigallia nel centro storico da oggi e fino a domani, a Jesi, in Piazza della Repubblica dalle 19 di stasera alle 3 di domani), a Falconara "botti e schioppi" saranno consentiti solo ed esclusivamente in occasione dei festeggiamenti di stasera.

Il "copri fuoco" a Falconara è dunque già scattato: fino alle 21:30 di stasera e dopo le 2 di domani no a botti e petardi. "Rimane consentito - si legge nell'ordinanza - l’uso di “tutti i restanti giochi pirici non esplodenti, illuminati o colorati”. Al degli orari del "copri fuoco", ad accomunare le varie città dell'anconetano sono le sanzioni per i trasgressori: per chi sgarra, multe da 25 a 500 euro, con pagamento in misura ridotta di una somma pari a 50 euro nei termini di legge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento