Furti in appartamenti e aziende, colpi in tutta la provincia: sgominata la banda

Definivano le Marche come la "Miniera rossa". Avevano realizzato colpi ad Osimo, Camerano, Castelfidardo, Augugliano e Sirolo. Arrestate sette persone

Carabinieri Osimo (foto d'archivio)

I Carabinieri l'hanno chiamata "Operazione Miniera". Si, perchè "Miniera Rossa" era la definizione che la banda aveva dato alla nostra Regione, dove i banditi erano riusciti a mettere a segno colpi in tutta la provincia, da Osimo ad Agugliano, da Sirolo a Camerano. La scelta non ricadeva solamente negli appartamenti, con i furti messi a segno anche in aziende, cantieri edili e parchi fotovoltaici. 

Ad essere arrestati 7 uomini, originari della Romania e di etnia Sinti, residenti nel Campo Nomadi di Torino. Il blitz dei Carabinieri di Osimo è scattato questa notte, mentre i banditi stavano entrando nel casello autostradale di Civitanova Marche. Si perchè il loro perimetro d'azione si estendeva anche fuori provincia, con furti nel fermano e nel maceratese. Poco prima la banda era riuscita a compiere un furto di rame a Rapagnano in provincia di Fermo, circa 3mila metri, staccando i cavi dall'impianto fotovoltaico e caricandoli su un Mercedes Vito con targa francese, per un danno e valore complessivo di circa 150mila euro. A quel punto è scattato l'intervento dei militari, che li hanno accerchiati e bloccati. A finire in manette Andrei Albu, 33 anni, Daniel Balac, 23 anni, Samar Ionut Caldararu, 22 anni, Acas Caval, 25 anni, Stelica Constantin 29 anni, Stan Ghita 37 anni e Marcel Ipsilante 49 anni. I sette sono stati poi condotti in caserma e portati nel cercere di Ascoli Piceno, dove sono ora a disposizione della Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento