Operazione Mare Sicuro: la Guardia Costiera tira le somme dell’estate 2013

A fronte di un incremento dell'attività di prevenzione, sensibilizzazione e vigilanza (+9%) è risultata evidente una diminuzione del numero dei soccorsi (-30%) e delle sanzioni (-33%) rispetto alla scorsa stagione estiva

E’ giunta al termine la stagione estiva e il Comando Regionale della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ancona ha reso noto il bilancio dell’operazione “Mare Sicuro 2013”.
Quest’anno, oltre all’operazione Mare Sicuro posta in essere a livello nazionale e finalizzata alla tutela della salvaguardia della vita umana in mare e alla sicurezza della balneazione e della navigazione, è stata introdotta la novità, a livello sperimentale per l’anno 2013, del “bollino blu”.
L’iniziativa, fortemente voluta  dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha visto il rilascio di 519 bollini blu attestanti la regolarità dei documenti e delle dotazioni di sicurezza delle unità da diporto controllate dai mezzi navali della Guardia Costiera e dalle altre Forze di polizia operanti in mare.
Soddisfazione da parte dei diportisti che hanno visto notevolmente allentata la morsa dei controlli per tutti coloro che, navigando nel rispetto delle norme, avevano precedentemente passato il  controllo.

Tutto l’impegno profuso dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera delle Marche ha fatto si che, grazie all’attività preventiva e d’informazione e, quando necessaria, all’attività di repressione, la stagione estiva nel suo complesso è stata più che soddisfacente sotto tutti gli aspetti.
Nello specifico sono stati effettuati 47 interventi di soccorso che hanno visto coinvolte 74 persone e 27 unità navali; inoltre sono state ispezionate, a vario titolo, ben 3816 unità navali ed espletati 3732 controlli alle strutture turistico-balneari.

In generale risulta che, a fronte di un incremento dell’attività di prevenzione, sensibilizzazione e vigilanza (+9%)  è  risultata evidente  una  diminuzione  del  numero  dei  soccorsi  (-30%) e delle sanzioni (-33%) rispetto alla scorsa stagione estiva.  

Nell’ambito dell’attività sopra descritta da evidenziare i seguenti eventi particolarmente rilevanti:

-soccorso all’equipaggio della M/N NAZO S che ha visto dapprima il recupero dei 12 naufraghi e successivamente, con l’ausilio di mezzi aerei del Corpo delle Capitanerie di porto, mezzi navali dei Vigili del Fuoco e mezzi antinquinamento, lo spegnimento dell’incendio e l’attività preventiva di antinquinamento marino e per scongiurare la perdita della nave;

-attività di polizia marittima a favore del regolare svolgimento dell’evento ospitato ad Ancona relativo al Campionato Mondiale di Vela,

-attività di monitoraggio della zona antistante il Monte Conero e delle relative spiagge sottostanti a seguito degli eventi sismici avvenuti il 21 luglio e il 22 agosto che hanno visto anche un immediata evacuazione via mare dei bagnanti presenti in spiaggia (oltre 500 bagnanti);

-attività di supporto al progetto “Campo Giovani” che sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, ha visto la presenza durante l’arco della stagione estiva di oltre 150 tra ragazze e ragazzi provenienti da tutt’Italia per trascorrere una settimana in prima linea al fianco degli uomini e donne della Guardia Costiera.

“Quest’anno siamo pienamente soddisfatti, lo sforzo delle donne e uomini della Guardia Costiera ha consentito di trascorrere in modo sereno l’intera stagione balneare che ha visto la presenza di numerosi bagnanti e diportisti lungo i 170 km di costa marchigiana soprattutto durante i week end. Inoltre con l’apertura pomeridiana, serale ed anche festiva degli uffici, le Capitanerie hanno proposto un servizio aggiuntivo allo scopo  di favorire tutte le attività marittimo-balneari e di venire incontro alle esigenze  di tutti gli utenti estivi del mare ” ha commentato l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Comandante Regionale della Guardia Costiera delle Marche, al termine della conferenza stampa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento