Cronaca

Maxi operazione Gdf: implicati due imprenditori anconetani

Emesse 21 misure restrittive in 45 province. Fra i reati contestati estorsione, ricettazione, sfruttamento della prostituzione, spaccio di sostanze dopanti e morte come conseguenza di altro reato

Vastissima operazione della Guardia di Finanza di Rimini questa mattina, in diverse località italiane, fra cui Ancona. A seguito del blitz delle fiamme gialle, come informa il Resto del Carlino, oltre ad essere state emesse ben 21 misure restrittive della libertà personale, sono stati sequestrati beni mobili, immobili e quote societarie per un valore complessivo di 10 milioni di euro.
A finire nei guai, tra gli altri, due imprenditori anconetani, insieme a uno sammarinese, due cittadini  napoletani (forse in contatto con la criminalità organizzata),  l'ex direttore di una finanziaria con sede a San Marino, un avvocato del foro di Rimini e dieci albanesi.


Teatro delle perquisizioni, 45 provincie italiane tra cui  Piacenza, Ancona, Roma, Rimini e Vicenza, con un dispiegamento di 150 militari.  Lunghissimo l'elenco dei reati contestati: estorsione, ricettazione, trasferimento fraudolento, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e dopanti e morte come conseguenza di altro reato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi operazione Gdf: implicati due imprenditori anconetani

AnconaToday è in caricamento