Cronaca

Falconara, operazione "Gipso Sting": arrestato a Roma l'ultimo complice

Si erano infiltrati una ditta di Falconara e avevano truffato oltre 20 aziende. I poliziotti, dopo settimane di indagini, sono riusciti a localizzarlo a Torbellamonaca nella piazza principale, mentre prendeva il caffé al bar

Agenti della Squadra mobile di Ancona hanno arrestato l'ultimo componente dell'associazione per delinquere di truffatori capeggiata da G. F., che dal settembre scorso si è resa responsabile di una serie di truffe ai danni di oltre 20 ditte del Centro e Nord Italia, per un giro totale di affari di circa due milioni di euro.

L'operazione, denominata 'Gipso Sting', il 27 marzo scorso aveva visto l'esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Ancona, e il sequestro di due capannoni industriali e di un ingente quantitativo di materiale prevalentemente per uso edilizio.

L'ultimo arrestato è E. M., 63 anni, che si era dato latitante. I poliziotti, dopo settimane di indagini, sono riusciti a localizzarlo a Torbellamonaca (Roma) nella piazza principale, mentre prendeva il caffé in un bar. Dopo averlo individuato, lo hanno bloccato all'uscita e ammanettato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara, operazione "Gipso Sting": arrestato a Roma l'ultimo complice

AnconaToday è in caricamento